Studenti e ricercatori

Nuova identità giuridica per l’Alleanza 4EU+

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

L'atto formale di costituzione è stato approvato dal Governing Board, composto dai rettori degli Atenei partner, il 1° aprile, nel corso di una riunione online. «La nuova legal entity rafforza e radica ulteriormente la cooperazione tra le nostre sei Università research-intensive portando a un livello ancora più alto il nostro reciproco impegno», ha affermato Tomáš Zima, rettore della Charles University Praga e Chair del Governing Board.

La trasformazione in una nuova legal entity nasce dall'esigenza dei sei partner dell'Alleanza 4EU+ - Università Statale di Milano, Sorbonne Université - Parigi, Charles University - Praga e le Università di Copenhagen, Heidelberg e Varsavia - di costruire un quadro statutario condiviso favorendo così una cooperazione ancora più avanzata. Dalla sua nascita nel gennaio 2019, infatti, l'Alleanza 4EU+ ha portato avanti numerose attività in differenti ambiti: dalla mobilità e la creazione di nuovi percorsi formativi all'interno del progetto Erasmus+ al più recente progetto H2020 TRAIN4EU+ per lo sviluppo di strategie condivise, integrate e di lungo periodo negli ambiti della ricerca e dell'innovazione (R&I) all'interno delle sei università.

Parallelamente, l'Alleanza offre anche programmi di ricerca collaborativa e iniziative volte a rafforzare la 4EU+ community, composta da circa 287 mila studenti e oltre 50 mila tra docenti, ricercatori, tecnici e staff amministrativo.

L'implementazione delle attività, tuttavia, nonostante i significativi traguardi intermedi raggiunti, ha rivelato anche degli ostacoli come, per esempio, la mancanza di fondi comuni o la difficoltà nel gestire questioni relative alla proprietà dei dati legate al data sharing, ostacoli che i partner potranno ora superare grazie alla nuova associazione.

4EU+ European University Alliance e.V. avrà la propria base ad Heidelberg e gestirà non solo i finanziamenti dell'Alleanza e le relazioni legali con le terze parti (per esempio, i contratti di lavoro dello staff 4EU+ o i contratti con i fornitori di servizi), ma ospiterà anche la piattaforma per l'archiviazione dei dati condivisi e la gestione delle infrastrutture comuni, in qualità di proprietaria degli asset tangibili e intangibili acquistati o creati dall'Alleanza.

La creazione della legal entity, inoltre, sarà seguita dal lancio del nuovo Segretariato generale con sede a Heidelberg nel quale confluiranno responsabilità e attività dell'attuale ufficio centrale di Parigi e dall'apertura delle nuove posizioni per lo staff permanente del Segretariato.

Al fine di assicurare un forte legame con gli uffici locali 4EU+, inoltre, anche officers delle sei università lavoreranno nel Segretariato da remoto.

«Il valore aggiunto dell'associazione - afferma Isabelle Kratz, segretaria generale di 4EU+ - sta nella semplificazione, condivisione, visibilità, accessibilità ed efficienza di processi e attività dell'Alleanza finora organizzati a diversi livelli. Il compito del Segretariato generale in questo senso sarà quello di supervisionare quotidianamente il management dell'associazione, offrire supporto trasversale ai partner e facilitare la cooperazione e gli scambi».

«La costruzione di un nuovo ente giuridico segna un passaggio rilevante nel percorso di 4EU+ - aggiunge Elio Franzini, rettore dell'Università Statale di Milano – perchè consolida ulteriormente l'identità propria dell'Alleanza 4EU+, costruita sul rispetto e incontro delle differenze, e per questo capace di essere condivisa e generare appartenenza. L'Università Statale di Milano continuerà a impegnarsi con determinazione in questo percorso che ci vede protagonisti del più ampio progetto di integrazione del sistema di istruzione superiore europeo e della formazione di nuove generazioni di cittadini autenticamente europei».


© RIPRODUZIONE RISERVATA