Studenti e ricercatori

Effetto Covid sulla spesa in ricerca e sviluppo scende ancora: -5%nel 2020

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

La spesa in R&S intra-muros prevista dalle imprese nel 2020 è in calo di quasi il 5%. La diminuzione riguarda prevalentemente le imprese (-4,7% rispetto al 2019, - 2,9% rispetto al 2018), mentre cresce del 3% la spesa delle istituzioni pubbliche e rimane stabile quella delle private non profitti. Lo comunica l'Istat ricordando che il calo arriva dopo un aumento della spesa complessiva nei due anni precedenti.

In controtendenza
Nel 2018 la spesa complessiva in R&S intra-muros (imprese, istituzioni pubbliche, istituzioni private non profit e università) è ammontato a 25,2 miliardi di euro, con un’incidenza percentuale sul Pil pari all’1,43%. Rispetto all'anno precedente, la spesa è aumentata del 6% e ha registrato un discreto incremento anche in termini di incidenza sul Pil (+0,06 punti percentuali). La principale componente della spesa di R&S intra-muros è costituita dalla spesa delle imprese che investono in R&S 15,9 miliardi di euro, pari al 63,1% della spesa totale e allo 0,9% del Pil. Per il 2019 i dati preliminari segnalano un ulteriore aumento della spesa complessiva in R&S delle imprese, del settore pubblico e del non profit. In particolare, la spesa cresce del 7,6% per il non profit, del 4,3% per le istituzioni pubbliche e dell’1,9% per le imprese.

Le nuove stime
Le previsioni fornite da imprese e istituzioni per il 2020 indicano un brusco calo della spesa in R&S intra-muros. La diminuzione riguarda prevalentemente le imprese (-4,7% rispetto al 2019, - 2,9% rispetto al 2018), mentre cresce del 3% la spesa delle istituzioni pubbliche e rimane stabile quella delle private non profit.


© RIPRODUZIONE RISERVATA