Studenti e ricercatori

Ok alle iscrizioni ai «Collegi universitari di merito» per l’ammissione per il prossimo anno accademico

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Si avvicina la nuova stagione universitaria e con essa l'iscrizione, per l'anno accademico 2020/21, nei Collegi universitari di merito, strutture residenziali che ospitano gli studenti delle Università e delle Istituzioni di Alta formazione italiane, statali e non statali, che nel corso degli studi dimostrino doti, motivazioni e impegno particolari, ottenendo risultati di eccellenza. I Collegi universitari di merito offrono agli studenti, ammessi per concorso,
oltre a vitto e alloggio, servizi che favoriscono il massimo rendimento negli studi e un percorso formativo personalizzato in un contesto internazionale.

In Italia sono cinquantadue i Collegi universitari di merito riconosciuti e accreditati dal
ministero dell'Università e della Ricerca. Di questi, quarantasette sono accreditati e cinque
riconosciuti. I Collegi universitari di merito sono presenti in quindici città italiane situate in dieci regioni (Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia-Romagna, Lazio, Campania, Puglia e Sicilia). Ad oggi ospitano oltre 4.500 studenti e sono rappresentati dalla Conferenza dei Collegi Universitari di Merito (CCUM - www.collegiuniversitari.it).

I Collegi universitari di merito rappresentano un luogo sicuro dove gli studenti universitari
possono proseguire il loro percorso accademico nel pieno rispetto della norme vigenti per il
contenimento del contagio da Covid-19, supportati da uno staff di formatori, tutor e coach che garantiscono continuità nello studio e nell'alta formazione. La sicurezza è garantita anche grazie alle caratteristiche che contraddistinguono i Collegi, come ad esempio:
• sistemazione, in stanze singole, senza quindi alcuna criticità nella convivenza quotidiana;
• spazi comuni (biblioteche, aree di studio e di svago) di ampie metrature che permettono
di garantire il necessario distanziamento e nello stesso tempo rappresenta l'ambiente
ideale per studiare senza rinunciare a socializzare (caratteristica che da sempre
contraddistingue i Collegi universitari di merito);
• connessione alla rete nazionale a banda ultra-larga dedicata alla comunità dell'istruzione
e della ricerca, denominata Garr, consentendo agli studenti un facile e rapido accesso
alla didattica online.

Ogni Collegio gestisce autonomamente il bando e le procedure di ammissione che si articolano nel periodo dal 6 luglio al 10 ottobre. Maggiori dettagli disponibili nel sito della Ccum (www.collegiuniversitari.it).

Vincenzo Salvatore, presidente della Conferenza dei Collegi Universitari di Merito (Ccum), spiega: «I Collegi di Merito sono luoghi sicuri in cui gli studenti trovano una situazione
ideale per iniziare e portare avanti i loro studi universitari. L'apertura delle iscrizioni per l'anno accademico 2020/21 è un segnale forte e indica che il nostro settore è pronto ed è in grado di garantire l'accoglienza e la sicurezza degli studenti».



© RIPRODUZIONE RISERVATA