Famiglie e studenti

Progetto «Legalità e merito nelle scuole». Oggi la cerimonia conclusiva della quarta edizione

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Oltre 20 istituti tra licei classici, scientifici e artistici, istituti tecnici professionali di tutta Italia, 3 istituti penali minorili (Catania, Firenze e Milano) a confronto sui temi della legalità con 133 studenti Luiss Ambassadors e una squadra di dottorandi, assegnisti di ricerca e tutor dei 4 dipartimenti dell'ateneo. Sono i numeri della IV edizione del progetto “Legalità e merito nelle scuole”, iniziativa ideata dalla vicepresidente Luiss, Paola Severino, per promuovere la cultura dell'anticorruzione ed il rispetto delle regole tra i più giovani.

Un percorso di incontri virtuali e lezioni inaugurato lo scorso febbraio a distanza, a causa dell'emergenza Covid, e che vedrà, sempre da remoto, oggi alle ore 12, premiare i progetti finalisti e annunciare il rinnovo del Protocollo d'Intesa tra le grandi istituzioni aderenti a questa iniziativa.

“Legalità e Merito nelle scuole” – nato nel 2017 per sensibilizzare la Next generation sui valori della legalità, investendo in formazione e capitale umano – è un progetto sviluppato con: il ministero della Giustizia (Mdg), il ministero dell'Istruzione (Mi), il ministero dell'Università e della Ricerca (MUR), il Consiglio superiore della magistratura (Csm), la Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo (Dna) e l'Autorità nazionale anticorruzione (Anac).

L'evento si aprirà con la proiezione di un video-racconto celebrativo di tutto il percorso e gli interventi delle autorità coinvolte e firmatarie del Protocollo: il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi, la ministra dell'Università e della Ricerca Maria Cristina Messa, il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero de Raho, e il presidente dell'Anac Giuseppe Busia.

Mentre il ministro della Giustizia Marta Cartabia e il vicepresidente del Csm, David Ermini, invieranno un messaggio scritto. Previsto, infine, l'intervento di Inwit, partner d'eccezione di questa ultima edizione, con Michelangelo Suigo - direttore relazioni esterne, comunicazione & sostenibilità.

Seguirà la premiazione delle tre scuole vincitrici. I tre progetti vincitori riceveranno dal ministero dell'Istruzione un premio per l'acquisto di materiale didattico, mentre la Luiss metterà a disposizione 22 borse di studio – due per la scuola vincitrice e una per ogni altra scuola.

Da quest'anno, inoltre, il progetto si avvarrà anche del supporto di Inwit con lo stanziamento di 2 ulteriori scholarship per l'iscrizione e la frequenza di un percorso triennale e magistrale a ciclo unico alla Luiss.


© RIPRODUZIONE RISERVATA