Famiglie e studenti

La lezione della pandemia e quell’importanza di vivere la nostra età

di Gaia Patrizietti

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Mi hanno sempre detto che ci si accorge del valore di ciò che si ha solamente
quando lo si perde. Io non credo sia così tanto vero: penso che questo succeda
piuttosto nel momento in cui si ha l’occasione di sperimentare di nuovo ciò che non
si è potuto vivere per tanto tempo.
Uscire e trascorrere un pomeriggio con gli amici è sempre stato ritenuto parte della
routine e quindi niente di speciale, per lo meno fino a pochi mesi fa. Quando a noi
giovani è venuta meno la possibilità di fare questo, le due cose si sono invertite e
normale è diventato lo stare a casa, dalla mattina alla sera. Arriva anche a non
cambiarti più di tanto, ti ci abitui e vivi passivamente.
Allora succede più o meno questo quando intravedi la luce alla fine del tunnel e,
anche se non allo stesso modo di prima, sei libero di oltrepassare il confine in cui
sei stato costretto a restare per determinato tempo: ti rendi conto che una semplice
uscita il pomeriggio è capace di fornirti una sensazione di spensieratezza
totalmente inaspettata.
Non ne avevi sentito la mancanza fino a quel momento; ma poi quando la sera
ritorni a casa con la consapevolezza che ne passerà del tempo prima di aver la
possibilità di rifarlo di nuovo, ti accorgi di come sia fondamentale per noi, a questa
età, vivere con un certo diritto alla libertà. Non hai più certezze, non sai mai cosa
potrà accadere domani e questo non è per niente confortante.
Tutto quello che è sempre stato scontato sembra dissolversi e mutare; allora credo
che questa situazione, se mai sia riuscita ad insegnarci qualcosa di positivo,
sicuramente è riuscita ad aprirci gli occhi. Ci ha aiutati a capire che è importante
godersi ogni minuto e che questa resti la nostra unica via d’uscita, perché noi tutti,
un anno fa, non ce lo aspettavamo mica che potesse irrompere nelle nostre vite una
pandemia globale e privarci persino della possibilità di alzarci la mattina e chiudere
il portone di casa per frequentare le lezioni ai banchi della scuola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA