Famiglie e studenti

«Garantiamo la conoscenza di tre lingue a livello B2»

di Maria Piera Ceci

Lo studio dell'arabo, studenti che finiscono dritti alla Sorbona. L'istituto Ninnì Cassarà di Palermo è qualcosa di più di un liceo linguistico. Come poche altre scuole in Italia, offre infatti ben 3 percorsi di doppio diploma: l'International section consente di conseguire il doppio diploma italiano/inglese con una certificazione di II Livello, corrispondente al diploma di scuola secondaria; il Deutsches Sprachdiplom consente il doppio diploma italiano/tedesco e l’Esabac il doppio diploma italiano/francese. «In tutti e tre i casi gli studenti, con un unico corso, conseguono il diploma linguistico italiano e il diploma valido nel Paese della rispettiva lingua, con accesso immediato alle università di quel Paese», spiega la dirigente scolastica Daniela Crimi: «Sia nei corsi di doppio diploma che tradizionale si studiano tre lingue europee: inglese, francese e, a scelta, spagnolo o tedesco».

Al Ninnì Cassarà avete rivolto lo sguardo anche fuori dall'Europa.

Sì, dal terzo anno offriamo la possibilità di studiare gratis anche arabo, cinese o russo. Anche i corsi di certificazione li offriamo gratuitamente, in ogni lingua, indipendentemente dal corso scelto.

Che percorsi scelgono i diplomati?

Essendo un liceo dove si studiano tutte le materie, non ultime quelle scientifiche, consente uno sbocco a tutte le università: medicina, giurisprudenza, economia, ingegneria, ma chiaramente anche quelle umanistiche e soprattutto linguistiche. I nostri alunni accedono anche alle università europee direttamente, possedendo già il diploma riconosciuto o la certificazione equivalente. Abbiamo tanti alunni laureati nelle migliori università europee: la Sorbona di Parigi, la Quenn Mary di Londra, l’università di Tubingen, in Germania.

Quale nota caratterizza il suo liceo?

La cosa più bella è l'aria internazionale, europea, che si respira, grazie ai progetti europei, anche Pon ed Erasmus, che ci hanno portato ad avere relazioni con numerosi partner di prestigio, come i Licei di Toulouse, di Montpellier, di Colonia, con i quali abbiamo da anni gemellaggi in corso, sia in presenza che in forma di gemellaggio virtuale, soprattutto in questo momento di pandemia. Qualche giorno fa la Commissione europea ci ha chiesto di svolgere nel nostro liceo la selezione per Juvenes Translatores, giovani traduttori, con un importante sbocco lavorativo. Le competenze degli studenti in uscita dal nostro liceo non sono affatto comparabili a quelle di un semplice soggiorno all’estero, anche semestrale, in quanto si studiano bene tre lingue diverse e in ognuna di esse si può raggiungere un livello B2 o addirittura C1, pari ai madrelingua.


© RIPRODUZIONE RISERVATA