Famiglie e studenti

«Ingressi separati e termometri a pistola per la sicurezza di tutti»

di Claudio Tucci

«Per la sicurezza di tutti ho previsto ingressi separati. Mi doterò anche di termometri a pistola. E sono riuscito a mantenere il distanziamento durante l’attività di mensa, riorganizzando spazi e distrubuendo meglio gli alunni. La durata delle lezioni resta di un’ora, al più, in alcuni casi, termineremo qualche minuto prima per coordinarci con il servizio di trasporto. Saremo aperti tutti i pomeriggi (bidelli permettendo), all’infanzia il tempo pieno è riconosciuto al 100%, alla primaria, in quasi in tutte le classi. E faremo molte sperimentazioni, ad esempio in strumento musicale», ha raccontato Leopoldo Di Pasqua, preside dell’istituto comprensivo Gaetano Cistaro, sede principale a Guardia Piemontese (Cs), e plessi distaccati in comuni limitrofi, Acquappesa e Bonifati, circa 600 studenti totali, oltre 110 tra insegnanti e personale Ata.

Ha lavorato molto quest’estate?

Diciamo che stiamo andando incontro a un inizio d’anno particolare, e le decisioni da prendere sono tante. Noi presidi siamo stati sempre in prima linea, soprattutto in questi mesi, perché, almeno nel mio caso, credo nella scuola. Certo, il mio lavoro non è sempre stato facilitato, e ancora oggi sono in attesa di ricevere indicazioni chiare su alcuni nodi, come classi e organici.

Che indicazioni aspetta?

Per applicare il distanziamento e le regole sanitarie ho chiesto di sdoppiare alcune sezioni, visto che ho aule disponibili. Devono sapere se posso farlo. Se mi sarà concesso, mi serve però personale aggiuntivo, che al momento non ho. Se non mi verrà dato, dovrò invece fare interventi di “edilizia leggera”, buttando giù pareti per recuperare spazi. Mi servono indicazioni, altrimenti sono bloccato.

Sugli ingressi invece ha risolto lei?

Sì. In alcuni plessi, sono riuscito a garantire entrate e uscite fisiche separate per gli studenti di infanzia, primaria e medie. In altri casi, ad esempio nella sede principale di Guardia Piemontese, gli alunni entreranno distanziati nel tempo: ore 8,10/8,15 quelli della primaria, e dopo 20/25 minuti quelli delle medie.

Problemi per la mensa?

No. Garantiremo il regolare servizio mensa, i pasti vengono cucinati all’interno. Sono molto soddisfatto di essere riuscito a mantenere il distanziamento nei locali, facendo sedere i ragazzi in sicurezza. In un caso, ho dovuto utilizzare anche la palestra. Pulizia e sanificazione avverranno regolarmente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA