Famiglie e studenti

La maggioranza ci riprova: l’educazione civica è anche finanziaria

di Eu. B.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

La maggioranza ci riprova. Nel decreto milleproroghe di fine anno dovrebbe entrare anche l’inserimento dell’educazione economica e finanziaria nella “grande famiglia” dell’educazione civica obbligatoria a partire dal prossimo anno scolastico. A confermarlo è una bozza del provvedimento che è circolata ieri e che è però suscettibile di ulteriori modifiche.

Educazione civica e finanziaria
L'educazione civica obbligatoria è stata introdotta dalla legge 92/2019 che è entrata in vigore il 5 settembre scorso. Ad anno scolastico formalmente iniziato. Per questo una nota del Miur ne ha disposto lo slittamento all'anno scolastico 2020/2021. Per effetto di una norma contenuta nel Dl milleproroghe atteso venerdì in Consiglio dei ministri - che ricalca l'emendamento alla legge di bilancio approvato in commissione e poi espunto dal testo del maxi-emendamento - i fondi a tal fine allocati presso il ministero dell'Istruzione crescono di 200mila euro per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022.

Proroga insegnanti distaccati
Ma quello relativo all’educazione finanziaria non dovrebbe essere l’unico ripescaggio di misure uscite dalla manovra 2020. Sempre all’interno del milleproroghe è rispuntata la proroga di 100 insegnanti o dirigenti scolastici fuori ruolo presso gli enti e le associazioni che svolgono attività di prevenzione del disagio giovanile oppure presso le associazioni professionali del personale direttivo e docente. Una misura che costa 1,81 milioni nel 2020 e 3,55 milioni nel 2021.


© RIPRODUZIONE RISERVATA