Studenti e ricercatori

Data science, Intelligenza artificiale e Medicina digitale: così l’università della Calabria rinnova i propri corsi

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Il Senato accademico dell'Università della Calabria, nell'ultima seduta, ha approvato i manifesti dei nuovi corsi di laurea che saranno attivati nell'anno accademico 2021/2022 e ha completato la revisione dell'offerta formativa avviata nei mesi scorsi. Obiettivo della Governance era quello di attuare una riforma organica della didattica d'ateneo, per rispondere alla reale domanda di formazione proveniente dal territorio e all'evoluzione degli scenari professionali e occupazionali.

Il risultato di questo lavoro di riforma vede l'ampliamento dell'offerta da proporre alle future matricole, con l'avvio di nuovi corsi, la riorganizzazione di quelli esistenti, il significativo aumento delle lauree internazionali.

L'ateneo si prepara così ad avviare la nuova campagna d'ammissione, che partirà nelle prossime settimane con la pubblicazione del bando per le iscrizioni anticipate ai corsi di laurea (test Tolc).

Per la prima settimana di marzo sono già programmati gli open day dedicati agli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori. Ecco, in dettaglio, le novità previste per il prossimo anno.

Per i neodiplomati nuovi corsi
Il nuovo bando d'ammissione permetterà ai neodiplomati di scegliere tra corsi di nuova attivazione e corsi che sono stati rinnovati nel percorso e negli obiettivi formativi.Nel prossimo bando d'ammissione, oltre ai corsi esistenti, saranno presenti:

Mediazione linguistica – È un corso di laurea che manca in Calabria ma incontra una forte domanda tra i neodiplomati della regione: sono più di 300 quelli che oggi lo scelgono ma sono costretti a iscriversi fuori. Il percorso istituito dall'Unical preparerà professionisti con solide competenze linguistiche e approfondite conoscenze giuridico-economiche, che potranno operare come mediatori interculturali e traduttori.

Media e Società digitale – Un corso che offre ai laureati forti competenze nei settori della comunicazione digitale e multimediale, soprattutto all'interno delle istituzioni pubbliche e delle organizzazioni sociali e nell'ambito del cinema e degli audiovisivi.

Scienze dell'educazione (sdoppiamento) – Sono oltre mille le richieste di iscrizione che arrivano ogni anno per i corsi Unical che formano insegnanti ed educatori. Il secondo corso in Scienze dell'educazione, erogato in modalità mista, nasce per soddisfare la forte domanda che arriva dal territorio.Scienze e Ingegneria dei materiali - Il corso formerà ingegneri esperti in materiali (capaci quindi di comprendere le relazioni tra le loro proprietà funzionali e strutturali, morfologia e composizione chimica), con competenze nell'ambito dei processi di trasformazione e delle tecnologie di lavorazione.

Scienze naturali e ambientali – L'offerta didattica esistente si rinnova con la definizione di un nuovo percorso di studi coerente con la figura professionale del naturalista esperto nell'analisi e gestione dell'ambiente. Il laureato avrà inoltre la possibilità di iscriversi all'Ordine dei Biologi ambientali.

Ingegneria chimica – Il corso forma la figura professionale di ingegnere chimico. Offre due percorsi di studio, uno incentrato sui “Processi” e l'altro invece focalizzato sull'ingegneria “Alimentare”.

Ingegneria dell'ambiente e della sicurezza – Il corso preparerà ingegneri ambientali con solide competenze per affrontare e gestire tutte le questioni e le emergenze legate alla sostenibilità ambientale, alla tutela del territorio, alla protezione civile, alla sicurezza dei processi industriali. In linea con questi obiettivi, si rinnova anche la laurea magistrale di riferimento che diventa ”Ingegneria per l'ambiente e la sicurezza del territorio”.

Statistica per Data Science – L'area di statistica dell'ateneo riformula la propria proposta, orientandosi verso la nuova e ricercata figura professionale del Data Scientist. I laureati del corso saranno quindi professionisti con forti competenze nell'ambito dell'analisi e gestione dei dati. Si rinnova, con gli stessi obiettivi, anche la laurea magistrale che diventa “Data science per business analytics”.

Insieme all'Università ‘Magna Graecia' di Catanzaro partirà inoltre il corso di laurea magistrale a ciclo unico in ‘Medicina e Tecnologie digitali', con l'obiettivo di formare una nuova generazione di medici con forti competenze in Ingegneria bioinformatica e Intelligenza Artificiale. Il corso consente agli studenti di conseguire al termine degli studi il titolo in Medicina e Chirurgia e la laurea triennale in Ingegneria bioinformatica (tutte le informazioni sono disponibili qui).

Dopo la triennale corsi internazionali
La proposta didattica del prossimo anno accademico vede un sensibile aumento dei corsi di laurea magistrale (o dei curricula) erogati in lingua inglese, che saliranno a 12:

- Advanced Solid Mechanics (curriculum di Ingegneria Civile)

- Artificial Intelligence and Computer Science

- Chemistry

- Computer Engineering for the Internet of Things

- Finance and Insurance- Health Biotechnology

- Mathematics

- Nutritional Sciences- Physics

- Robotics and Automation Engineering

- Sustainable Management of Natural Resources (curriculum di Ingegneria per l'Ambiente e la Sicurezza del Territorio)

- Telecommunication Engineering: Smart Sensing, Computing and Networking

Corsi magistrali interclasse
La revisione dell'offerta magistrale vede anche l'attivazione di tre nuovi corsi che, abbracciando i percorsi di due diverse classi di laurea, garantiranno agli studenti una formazione d'ampio respiro:

- Dams e Storia dell'Arte. Organizzazione e teoria delle arti, della musica e del teatro

- Intelligence per la legalità e la tutela dei beni culturali e archeologici

- Sociologia, cooperazione e sviluppo.

I nuovi corsi si aggiungono all'offerta esistente (qui è possibile consultare la proposta 2020/2021), per un totale di 34 lauree triennali, 39 magistrali, 7 magistrali a ciclo unico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA