Studenti e ricercatori

Al via la pubblicazione della graduatoria per le specializzazioni mediche

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

È stata pubblicata ieri sul sito www.universitaly.it la graduatoria nominativa dei candidati del concorso di accesso dei medici alle scuole di specializzazione di area sanitaria per l’anno accademico 2019/2020. La graduatoria è definita, spiega il ministero dell'Università, secondo l'ordine decrescente del punteggio conseguito da ciascun candidato, dato dalla somma del punteggio dei titoli e della prova, secondo i criteri e le regole stabilite dal bando di concorso. La graduatoria pubblicata, inoltre, tiene conto delle pronunce del Tar Lazio e del Consiglio di Stato. Il concorso si era svolto lo scorso 22 settembre per un numero di 14.395 posti, alla prova hanno partecipato in presenza circa 24.000 giovani medici, ma i numerosi ricorsi avevano bloccato la graduatoria che ora potrà essere pubblicata.

I ricorsi pendenti
Il ministero spiega che si è proceduto a eseguire le ordinanze del Consiglio di Stato, adottate nell'udienza del 22 ottobre scorso. Considerato che i provvedimenti cautelari del Consiglio di Stato riguardano, al momento, solo una parte dei ricorsi accolti in sede cautelare dal Tar Lazio, e visto che il giudizio cautelare è da considerarsi efficace solo tra le parti, nella graduatoria pubblicata oggi è data evidenza delle posizioni, ancora provvisorie, dei ricorrenti destinatari di provvedimenti del Tar Lazio che devono essere ancora oggetto di esame da parte del Consiglio di Stato nei prossimi giorni e per i quali il punteggio è ancora attribuito anche ai titoli.

Il nuovo cronoprogramma
Per assicurare la certezza delle posizioni giuridiche coinvolte nella procedura, l'attivazione delle successive fasi relative alla scelta di tipologia e sede e all'assegnazione dei candidati alle tipologie prescelte è necessariamente differita di qualche giorno, spiega ancora il ministero dell'Università, dovendo attendere la prossima definizione in sede cautelare delle situazioni attualmente pendenti dinnanzi al Consiglio di Stato. Ulteriori aggiornamenti, tra cui il cronoprogramma aggiornato, saranno comunicati entro lunedì 9 novembre sempre su Universitaly. Il cronoprogramma aggiornato - conclude il ministero dell'Università - consentirà comunque il completamento in tempi brevi delle fasi di scelta ed immatricolazione in modo da rispettare la data di avvio delle attività didattiche, prevista da bando in data 30 dicembre 2020.


© RIPRODUZIONE RISERVATA