Studenti e ricercatori

All’ateneo di Parma didattica mista, in aula con mascherina

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

L'Università di Parma riparte con didattica mista. Lezioni quindi sia in presenza e sia online: le attività in presenza riprenderanno gradualmente, fa sapere l'ateneo, mentre sarà data la possibilità di seguire le lezioni a distanza alle persone in quarantena e a chi, per ragioni di precauzione o correlate all'emergenza, non potrà spostarsi dalla propria residenza.

Per garantire sicurezza nelle attività in presenza è stato messo a punto un sistema di prenotazione del posto in aula, in modo da assicurare il distanziamento. La capienza delle aule sarà infatti dimezzata: i posti si prenotano con l'app UniPR Mobile o il portale Agenda Studenti. In aula si dovrà indossare sempre la mascherina mentre la temperatura corporea sarà rilevata a campione. Con più di 37,5 non si entra. Le infrastrutture tecnologiche saranno potenziate grazie a un finanziamento di oltre un milione di euro dal Miur e si prevedono pc e connessioni da distribuire a studenti con un bando ad hoc.

L'Ateneo inoltre si è organizzato per aumentare la disponibilità di aule e spazi con un accordo con The Space Cinema: per il primo periodo didattico 2020-21 l'Università avrà a disposizione le 7 sale del The Space Parma Centro per 703 posti complessivi (valutati con il distanziamento) e le 12 sale del The Space Campus per 1.226 posti complessivi (sempre valutati con il distanziamento).


© RIPRODUZIONE RISERVATA