Studenti e ricercatori

Nasce una piattaforma internazionale di docenza, ricerca e impatto sulla società

di Redazione scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

L’Unione Europea ha annunciato i risultati della seconda call per i consorzi delle “European Universities”, l’iniziativa per il futuro delle università bandiera dell'UE. Tra i consorzi selezionati, ENGAGE.EU che vede tra gli atenei coinvolti anche la Luiss Guido Carli.

L’iniziativa
Il futuro dell’Europa sarà caratterizzato da grandi sfide sociali: la digitalizzazione e l’intelligenza artificiale, il cambiamento climatico e la sostenibilità, l’invecchiamento della popolazione e le migrazioni. Insieme con importanti università europee di economia e scienze sociali, la Luiss Guido Carli entra a far parte di ENGAGE.EU, il consorzio, selezionato tra una delle European Universities 2020, che vuole offrire ai cittadini europei un set di competenze e saperi, necessari per affrontare le prossime sfide della società.
ENGAGE.EU è un gruppo di sette università che condivide i valori europei e una visione globale del sapere. Tra i partecipanti, insieme alla Luiss Guido Carli: la University of Mannheim (Germania) – Coordinatrice, la NHH Norwegian School of Economics (Norvegia), la Tilburg University (Olanda), la University of National and World Economy (Bulgaria), la University Toulouse 1 Capitole (Francia), e la WU Vienna University of Economics and Business (Austria).

Ad oggi, tutte le università del consorzio, insieme, sono la casa accademica di oltre 100mila tra studenti, docenti e staff. ENGAGE.EU valorizzerà le sinergie esistenti tra gli atenei partner, indirizzando le collaborazioni in essere verso una nuova dimensione di sviluppo comune e condivisa, dove ogni università potrà arricchire le altre con le proprie aree di specializzazione, insieme al contesto culturale e geografico di appartenenza.
ENGAGE.EU ha l’obiettivo inoltre, di dare ai suoi studenti gli strumenti per diventare a tutti gli effetti cittadini europei socialmente responsabili verso l'impatto che le loro azioni, i loro saperi e professionalità future potranno generare sulla società in generale. Costruita su solide fondamenta delle scienze sociali, il consorzio è basato su un approccio omnicomprensivo che segue tre traiettorie interconnesse: Engaged Learning, Engaged Research e Innovation and Engaged in Society. In particolare, le università partner perseguono l'obiettivo di sviluppare nuovi corsi e modelli di insegnamento congiunti, indirizzando lo studio e la ricerca verso i temi del futuro. Una iniziativa che non riguarderebbe solo gli studenti delle università, ma anche chiunque nella società è interessato a studiare.

Le novità sulla ricerca
Sul fronte della ricerca, il consorzio sarà arricchito di un think tank a sostegno della cooperazione tra ricercatori, studenti e altri attori della società. I laboratori di ENGAGE.EU permetteranno alle università di scambiare idee tra stakeholders provenienti dalla società civile e dalle imprese, per aprire a spazi di innovazione.
«La Luiss Guido Carli è fra gli enti promotori della nuova “European University” denominata Engage. Il progetto finanziato dalla Commissione Europea prevede una progressiva integrazione che porterà 7 università dall'Austria, Bulgaria, Italia, Francia, Germania, Norvegia e Olanda a costituire uno spazio di docenza e ricerca unico. La Luiss si conferma polo di eccellenza universitaria, capace di creare valore aggiunto a livello nazionale, europeo e mondiale», ha dichiarato il Professore Andrea Prencipe Rettore della Luiss Guido Carli. Gli atenei di ENGAGE.EU non vedono l’ora di lavorare insieme in questa nuova Università europea. È questa una opportunità unica per insegnare ed ispirare una nuova generazione di cittadini, che contribuiranno a fare dell’Europea un interlocutore globale nell’affrontare le sfide della società.
Per maggiori informazioni: http://engageuniversity.eu/


© RIPRODUZIONE RISERVATA