Studenti e ricercatori

Fase 3, a Verona le lauree da luglio tornano in presenza

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Ora che la situazione sanitaria, con le dovute precauzioni come l'utilizzo dei dispositivi di protezione e il distanziamento, consente una ripresa della normalità, l'Università di Verona è pronta a ripopolarsi e le lauree magistrali, incluse quelle a ciclo unico, secondo la decisione dei rispettivi collegi didattici dei corsi di studio, tornano ad essere in presenza.

«L'indicazione governativa è che si possano organizzare le lauree in presenza sin da luglio - spiega il magnifico rettore Pier Francesco Nocini - ovviamente col necessario distanziamento e con la presenza di pochi familiari. Sarà comunque un passo verso il ritorno alla normalità, con la ripresa dello scambio di conoscenze e di pensiero fatta di persona, non dallo schermo di un computer, che è parte fondante dell'esperienza universitaria».

Alcuni dei laureandi della prossima sessione estiva potranno quindi tornare a discutere la tesi e a vivere l'esperienza della proclamazione di persona. Negli scorsi mesi sono state comunque assicurate tutte le sessioni di laurea, con quasi 2.000 studentesse e studenti che sono stati proclamati “dottori” in via telematica nelle diverse aree scientifico-disciplinari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA