Studenti e ricercatori

Cari ragazzi, informatevi ma poi scegliete con istinto e cuore

di Gaetano Manfredi

È un piacere per me presentare il meritorio lavoro del Sole 24 ore, che anche quest’anno pubblica la sua Guida alla scelta dell’università. Quest’anno l’emergenza dovuta al Covid-19, tra le tante conseguenze che ha determinato sul sistema universitario e su quello scolastico, ha anche reso più difficile ai giovani che stanno completando gli studi superiori e che si affacciano sull’inizio del loro percorso universitario, decidere che studi universitari intraprendere nel prossimo autunno.

Le incertezze che ancora incombono su tutti noi per i prossimi mesi sicuramente pesano sulle difficili scelte che gli studenti si accingono a compiere. Mi sento però di rincuorare ed incoraggiare i ragazzi, e le loro famiglie. È da ricordare infatti quanto gli atenei si siano prontamente attivati per far fronte all’emergenza che è stata gestita egregiamente. In questi ultimi mesi, infatti, il sistema universitario italiano ha erogato sostanzialmente le stesse ore di formazione dello scorso anno accademico e non sono stati ritardati né gli esami universitari né le lauree. E di questo va reso merito alle tante comunità accademiche dei nostri atenei, ovvero ai docenti, al personale amministrativo e soprattutto agli studenti.

Ai ragazzi che si accingono a scegliere di intraprendere un percorso universitario mi sento quindi di dire: benvenuti! State per entrare a far parte di una vasta e vivace comunità, inizierà un momento speciale della vostra vita e non dovete temere gli effetti delle incertezze che ancora incombono su tutti noi; nessuno studente verrà lasciato indietro, come non è accaduto nei mesi scorsi. E soprattutto, fate la scelta giusta per voi e per il vostro futuro seguendo in primis le vostre passioni, con la consapevolezza che qualunque questa sia, sarà certamente una scelta di qualità.

Abbiamo la fortuna, infatti, di vivere in una nazione che vanta un sistema universitario a qualità diffusa. Al contrario di altri paesi, dove esistono poche eccellenze, prestigiose e di ottima qualità, attorniate da università ben più mediocri, in Italia possiamo vantare una qualità media molto alta. Dovunque lungo lo stivale, nelle grandi città e nei piccoli centri, gli studenti possono accedere ad una formazione universitaria di primo livello.

Date quindi le difficoltà che tutti abbiamo vissuto e stiamo ancora vivendo, ancora più interessante e utile arriva dunque per i nostri ragazzi l’usuale appuntamento con questa Guida, che così come da tradizione fornisce tantissime informazioni utilissime.

Per questo, cari studenti, nell’augurarvi buona fortuna nel prendere questa importante decisione per la vostra vita, voglio darvi due consigli. Il primo è di leggere accuratamente questa Guida, per avere quante più informazioni possibili e arrivare ad una scelta consapevole. Il secondo, solo apparentemente in contraddizione con il primo, è però di non ignorare il vostro istinto e il vostro cuore, e di ascoltare quel che vi suggerisce nel prendere questa decisione.

L’università da frequentare è forse una delle scelte più importanti, e porta a conseguenze per un periodo di tempo molto lungo, influenzando la carriera, le amicizie e, in ultima analisi, la forma mentis con cui affronteremo il resto della vita.

Tenete in debito conto le informazioni che vi fornisce questa Guida, analizzate indici e parametri, ma non ignorate tutto il resto: quello che cercate è l'ateneo migliore per voi, con la vostra specifica sensibilità, i vostri obiettivi e le vostre preferenze. In bocca al lupo!


© RIPRODUZIONE RISERVATA