Studenti e ricercatori

Dopo la Sicilia anche la Puglia punta sui fuorisede di ritorno

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Gli studenti pugliesi che studiano fuori regione e vogliono rientrare non pagheranno le tasse di iscrizione alle università della Puglia per l'anno accademico 2020-2021. Una misura analoga era stata varata nelle scorse settimane dalla Sicilia . «Ho ritenuto doveroso - spiega l'assessore regionale all'Istruzione, Sebastiano Leo - intervenire con un incentivo che riporti a casa i nostri giovani in modo da ridurre le situazioni di potenziale contagio da Covid-19 ed evitare alle famiglie le spese eccessive in una fase di difficoltà economiche. Ho dato una risposta concreta alle tante sollecitazioni delle famiglie e alle richieste delle Università pugliesi che avvertono la necessità di agevolare il rientro di studentesse e studenti universitari in Puglia. Questo investimento poggia su un'analisi approfondita di quanto è avvenuto nella fase iniziale dell'emergenza sanitaria, quando i numerosi rientri degli studenti fuorisede dalle regioni maggiormente colpite dal contagio, ha rappresentato una criticità per le politiche di contenimento della diffusione del virus. Oltre a causare un problema sanitario, il Covid-19 ha ridotto la capacità delle famiglie nel sostenere i propri figli agli studi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA