Pianeta atenei

L’ateneo di Bologna lancia crowdfunding per la ricerca

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Da un sistema di telemedicina allo sviluppo di nuovi materiali per mascherine: sono due esempi dei progetti di ricerca avviati dall'Università di Bologna nella lotta al nuovo coronavirus che verranno finanziati grazie alle donazioni su “Proteggere e Curare”, piattaforma per il crowdfunding lanciata dall'ateneo bolognese.


La campagna per la raccolta di fondi online, spiega l'Alma Mater in una nota, è dedicata a sostenere i progetti e le soluzioni ideati dai docenti e dai ricercatori dell'ateneo per fermare l'epidemia da Covid-19 e per offrire protezione e sostegno ai medici e al personale sanitario impegnato negli ospedali e nelle strutture di cura.


Cinque le iniziative di ricerca che si potranno sostenere: la creazione di un laboratorio per la valutazione della conformità di sicurezza dei dispositivi di protezione sanitaria, l'avvio di
un sistema di telemedicina per il controllo remoto dei pazienti, la messa a punto di nuove tecniche per la diagnosi e il contenimento della malattia, la produzione di componenti per i
respiratori polmonari, lo sviluppo di nuovi materiali nanostrutturati per le mascherine di tipo Ffp3.


© RIPRODUZIONE RISERVATA