Studenti e ricercatori

Ricerca, bando Prin 2017, ok al finanziamento di 975 progetti, per circa 386 milioni di euro

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Il percorso del bando 2017 per Progetti di rilevante interesse nazionale (Prin) sta proseguendo, con l'ammissione al finanziamento per i progetti vincitori. Il bando Prin 2017 (emanato con Dd 3728 del 27 dicembre 2017) ha visto la partecipazione di 4.551 progetti, 975 dei quali finanziati, per un ammontare complessivo di circa 386 milioni di euro.

Al termine delle valutazioni, sono pervenuti al Miur 18 ricorsi (meno dello 0,4% dei partecipanti), molti dei quali già oggetto di ordinanza Tar con la quale è stata semplicemente disposta l'integrazione della motivazione di esclusione dal finanziamento.
Ovviamente, per consentire tale adempimento, il Tar ha ritenuto di accogliere la sospensiva cautelare richiesta dai ricorrenti; per tale motivo, per alcuni dei settori scientifici interessati dal bando (si tratta in tutto dei 25 settori individuati dall'European Research Council) si sono verificati momentanei ritardi nell'erogazione dei finanziamenti.

La situazione attuale può essere sinteticamente così riassunta:
- i progetti relativi a 15 settori scientifici (5 settori relativi alle Scienze della vita – LS1, LS2, LS6, LS7, LS9 - 9 settori relativi alle Scienze fisiche, chimiche e ingegneristiche – da PE1 a PE10, escluso il PE7 - e 1 settore relativo alle Scienze umanistiche – SH3) sono già in corso e hanno già ricevuto la prima tranche di finanziamenti;

- i progetti relativi a 4 settori (2 settori relativi alle Scienze della vita – LS3, LS4 - 1 settore relativo alle Scienze fisiche, chimiche e ingegneristiche – PE7 - e 1 settore relativo alle Scienze umanistiche – SH4) stanno ricevendo in questi giorni la prima tranche di finanziamento;

- per altri 2 settori (entrambi relativi alle Scienze umanistiche – SH1, SH5), il Miur, avendo ricevuto dai competenti Comitati di Valutazione le integrazioni alle motivazioni richieste dal Tar, non appena saranno stati registrati dagli organi di controllo i decreti di ammissione a finanziamento, provvederà tempestivamente all'erogazione della prima tranche di finanziamento;

- per i restanti 4 settori (2 relativi alle Scienze della vita – LS5, LS8 - e 2 relativi alle Scienze umanistiche- SH2, SH6) la situazione appare invece più complessa, sia a causa dell'esistenza di più ricorsi, sia a causa del non ancora intervenuto pronunciamento da parte del Tar; su questi settori il Miur ha, comunque, provveduto a redigere i decreti di ammissione a finanziamento per le linee di intervento interne ai settori scientifici, che non sono risultate oggetto di ricorso, così come sta operando per percorrere celermente tutte le soluzioni gestionali atte a consentire ai progetti inclusi nelle graduatorie incise dai ricorsi di poter iniziare le attività di ricerca, pur sempre nella piena salvaguardia delle posizioni giudizialmente definite.

A breve, tutti i ricercatori interessati potranno prendere visione dell'avanzamento delle procedure, per ogni singolo settore scientifico e per ogni singola linea d'intervento, sul sito dedicato al bando Prin.


© RIPRODUZIONE RISERVATA