Studenti e ricercatori

Cdp e Luiss insieme per la promozione di progetti di ricerca e iniziative per il rilancio dell’economia italiana

di Scuola24

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Cassa depositi e prestiti (Cdp) e Luiss hanno sottoscritto ieri un accordo finalizzato alla promozione di progetti di ricerca e di iniziative volte al rilancio dell'economia italiana. L'intesa - siglata dall'amministratore delegato di Cdp, Fabrizio Palermo, e da Giovanni Lo Storto, direttore generale di Luiss - riguarderà l'analisi dei settori produttivi strategici e le opportunità di sviluppo offerte dalle nuove tecnologie e dalla digitalizzazione, anche alla luce dei megatrend globali di medio-lungo periodo.

L'accordo prevede, tra l'altro, la creazione di un gruppo di lavoro congiunto fra Cdp e Luiss business school - che si avvarrà anche della collaborazione di altre strutture dell'ateneo – per sviluppare metodologie analitiche utili a identificare gli ambiti di investimento nei settori produttivi strategici per il Sistema Paese, con l'obiettivo di rafforzarne ulteriormente la competitività, alla luce delle trasformazioni tecnologiche in atto.

Fabrizio Palermo ha affermato: «Grazie all'accordo con Luiss, Cdp promuove le attività di ricerca e studio finalizzate ad individuare quei settori a maggior valore aggiunto che mostrano più ampie prospettive di crescita e che sono in grado di garantire la competitività del nostro Paese in un contesto globale sempre più sfidante. Il nostro obiettivo è di favorire il rafforzamento di questi settori agendo come abilitatore di potenzialità per il Paese».


Gianfranco Di Vaio, responsabile Ricerca e Studi di Cdp ha precisato: «Questo accordo con Luiss business school conferma la volontà di Cdp di lavorare in partnership con i migliori centri di ricerca italiani. Crediamo che le sinergie tra ricerca accademica e ricerca applicata siano fondamentali per il trasferimento delle conoscenze, ai fini di fornire un indirizzo strategico alle imprese italiane, avvicinare le nuove generazioni al mondo del lavoro e supportare la crescita del Paese».


«Grazie a questo accordo vogliamo fornire strumenti di analisi e suggerimenti concreti per la crescita delle nostre aziende sia in Italia sia, soprattutto, all'estero. Luiss ha un osservatorio privilegiato sull'economia reale e sui trend globali e siamo fieri di metterlo a disposizione del Sistema Paese, supportando Cassa Depositi e Prestiti nella sua missione istituzionale», ha dichiarato Giovanni Lo Storto.

«La trasformazione digitale e le nuove tecnologie come l'intelligenza artificiale e l'analisi dei big data offrono delle opportunità ancora oggi in gran parte inesplorate: dotarsi di nuove competenze è quindi cruciale per il successo di lungo termine delle nostre imprese», ha aggiunto Andrea Prencipe, rettore della Luiss.

Il gruppo di lavoro definirà altresì approfondimenti periodici, volti anche a tracciare possibili soluzioni per la politica industriale, ai fini di aumentare la resilienza del Sistema Paese ai fattori di rischio, massimizzandone la capacità di coglierne le opportunità.
Non meno importanti saranno le attività di formazione previste dal protocollo firmato oggi: Cdp e Luiss business school valuteranno infatti l'istituzione di programmi congiunti di recruiting e iniziative formative, quali a esempio stage e tirocini da destinare a giovani risorse, connessi alle tematiche di ricerca e analisi relative ai progetti svolti dal gruppo di lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA