Studenti e ricercatori

«Dpo» e legali d’impresa: due assi per le aziende

di F. Nar.

Tutelare gli interessi dell’impresa su fronte giuridico in tutti i campi che coinvolgono la vita aziendale: dall'ambito commerciale a quello della comunicazione, dalla contrattualistica alla compliance, dall'internazionalizzazione alle questioni giuslavoristiche. Oppure, occuparsi di un ambito specifico del diritto, sul quale si concentra un'attenzione crescente, di pari passo con la diffusione delle tecnologie digitali: quello della privacy e protezione dei dati personali.

Figure emergenti

Sono le attività richieste a profili emergenti, particolarmente ricercati dal mercato del lavoro, come il giurista d'impresa ed il responsabile privacy: sbocchi tra i più gettonati per chi è in possesso di una laurea in giurisprudenza. Si tratta di figure che possono ottenere incarichi di consulenza esterni oppure, come accade sempre più spesso, essere inserite all'interno dell'azienda.

Il giurista d'impresa, nello specifico, opera presso gli uffici legali, commerciali, amministrativi e della comunicazione di imprese o altri soggetti privati: il suo compito consiste, in generale, nel declinare in termini giuridici le decisioni aziendali e valutare le loro conseguenze legali, facendo applicare le disposizioni normative cui l'impresa è soggetta. Oltre alle competenze di tipo specialistico in ambito giuridico e amministrativo - meglio se accompagnate dal possesso di nozioni di economia, contabilità, gestione aziendale - sono richieste skills trasversali, dall'ambito comunicativo-relazionale a quello organizzativo-gestionale.

La diffusione di tecnologie innovative, in particolare sul fronte della digitalizzazione - con esigenze di regolazione e di soluzioni a problemi/conflitti ad essa connessi - favorisce la nascita di percorsi di studio sempre più mirati a offrire ai futuri giuristi una formazione integrata di carattere multidisciplinare.

I guardiani della privacy

Profili specializzati sempre più ricercati dalle imprese, inoltre, sono quelli di responsabile privacy e di Data Protection Officer, che rappresentano sbocchi concreti per chi possiede una laurea in diritto. Sono figure che si occupano di tutelare e gestire i dati sensibili all'interno di un'azienda: dalla supervisione sull'applicazione della disciplina in materia di privacy alla formazione del personale sul tema, fino ai rapporti con le autorità di controllo. Con l’entrata in scena - poco più di un anno fa - del Gdpr, il regolamento europeo su privacy e dati, le aziende si stanno attrezzando con questo tipo di profili, la cui richiesta è destinata a essere in costante crescita.


© RIPRODUZIONE RISERVATA