Studenti e ricercatori

All’Anvur il bollino di qualità europeo della

di Eu. B.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Arriva il bollino di qualità europeo per l’Anvur. L'Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca ha ottenuto il riconoscimento e l'iscrizione all'Enqa, l'Associazione europea per l'assicurazione della qualità nell'istruzione superiore.

La decisione dell’Enqa
Il board di Enqa ha assunto la decisione finale il 20 giugno 2019 ammettendo Anvur, per i prossimi 5 anni, come membro di Enqa: l'organismo internazionale creato seguendo la Recommendation of the Council on European co-operation in quality assurance in higher education e ha il compito di accreditare le agenzie di valutazione e assicurazione di qualità che operano nei Paesi che aderiscono al processo di Bologna. L’iscrizione di Anvur in Enqa è il primo passo formale per l'iscrizione della stessa anche nel registro Eqar delle Agenzie autonome e indipendenti dei Paesi che adottano procedure conformi con le linee guida e gli standard per l'assicurazione della qualità (ESG 2015) dell'area europea della formazione superiore (EHEA).

Gli effetti dell’accreditamento
L'accreditamento ottenuto porta con sé una serie di raccomandazioni e richieste di correttivi da apportare rispetto ad alcuni standard e linee guida internazionali. Il riconoscimento, infatti, ha una durata quinquennale ma è prevista una valutazione intermedia entro il 2021 per verificare alcune azioni e interventi che sono stati raccomandati in termini di maggiore coinvolgimento e partecipazione degli stakeholder esterni all'Agenzia, l'adozione di processi di accreditamento delle Istituzioni Afam più aderenti agli standard e alle linee guida europee, un coinvolgimento più strutturato degli studenti nei processi di valutazione dell'Agenzia (compresi i dottorati di ricerca), la strutturazione di un modello di assicurazione della qualità interno all'Agenzia e un rafforzamento dell'organizzazione interna a invarianza di spesa, la pubblicazione dei lavori dell'Agenzia e dei rapporti intermedi che portano all'adozione di documenti ufficiali e una maggiore trasparenza volta a consentire ai soggetti esterni di formalizzare reclami sulle decisioni dell'Agenzia.

La soddisfazione dell’Agenzia
Su tutti questi aspetti, l'Agenzia inizierà a lavorare da subito, coinvolgendo gli attori fondamentali del sistema. Nel commentare il riconoscimento ottenuto il presidente dell’Anvur, Paolo Miccoli, rileva: «È un risultato di grande soddisfazione per il lavoro svolto dall'Agenzia e per tutti coloro che ne hanno sostenuto l'attività in questi anni, che spero possa servire da stimolo nel consolidare le buone pratiche e anche apportare i correttivi necessari a migliorare i processi che l'Anvur gestisce per il sistema della formazione superiore. Un risultato per il quale mi sento di ringraziare tutto lo staff dell'Anvur e i miei predecessori. Ringraziamento che, a 20 anni dall'avvio del Processo di Bologna, va esteso a tutti coloro che sono stati coinvolti in questo processo di accreditamento, ministero e atenei in primis», conclude Miccoli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA