Studenti e ricercatori

La Normale ha un nuovo direttore:  Ambrosio subentra a Barone

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Luigi Ambrosio, ordinario di Analisi matematica, 56 anni, è il nuovo direttore della Normale, subentra al dimissionario Vincenzo Barone, travolto nei mesi scorsi dalla bufera per il tentativo di agevolare la nascita di una Normale al Sud. Lo ha reso noto l'istituzione accademica precisando che Ambrosio, originario di Alba (Cuneo), ma cresciuto in Puglia, è il 23/o direttore della Scuola e il sesto matematico (dopo Enrico Betti, Ulisse Dini, Luigi Bianchi, Leonida Tonelli, Edoardo Vesentini).

Ambrosio era l'unico candidato e ha abbondantemente superato il quorum richiesto per la sua elezioni. Resterà in carica fino al 31 ottobre 2025. Nei due giorni di elezioni hanno votato l'84,44% dei professori (38 su 45), l'82,86% dei ricercatori (29 su 35), il 70% del personale tecnico amministrativo (166 su 237) e il 34,5% degli allievi (199 su 576). “Il mio primo pensiero - ha commentato il neo direttore - va alla necessità di custodire e di far sviluppare al meglio la Scuola Normale, una risorsa della nazione, ben conosciuta e ammirata in tutto il mondo. La Scuola è ricca di idee e di energie positive e sono sicuro di poter contare sulla collaborazione di tutti, nella realizzazione del programma”. Ambrosio è ordinario di Analisi matematica alla Normale, di cui è stato anche allievo e ha ricoperto incarichi di ricerca e insegnamento anche nelle università di Roma Tor Vergata, Pisa, Benevento e Pavia. Suo maestro in Normale è stato il matematico Ennio De Giorgi e a sua volta Luigi Ambrosio ha accompagnato la crescita di tantissimi famosi matematici, tra cui la recente medaglia Fields, Alessio Figalli


© RIPRODUZIONE RISERVATA