Studenti e ricercatori

A Roberta Sessoli il Centenary prize 2019

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Roberta Sessoli, docente di chimica organica e inorganica dell'università di Firenze, ha vinto il Centenary Prize 2019 della Royal society of chemistry, prestigioso riconoscimento internazionale che viene assegnato ogni anno agli scienziati che hanno contribuito, con l'originalità e l'impatto dei propri studi, al progresso delle scienze chimiche, sia in ambito industriale che formativo.

Gli studi di Sessoli, spiega una nota, alla frontiera fra chimica e fisica, si concentrano sulla progettazione e sulla caratterizzazione di materiali magnetici molecolari. In particolare, la società scientifica britannica ha premiato i lavori pionieristici della ricercatrice sulla bistabilità magnetica e sull'effetto memoria delle molecole che si comportano come piccoli magneti con proprietà quantistiche e che per questo sono d'interesse per lo sviluppo di tecnologie quantistiche.

Il riconoscimento, consistente in un premio in denaro e una medaglia, le verrà consegnato in occasione di un ciclo di lecture che la ricercatrice fiorentina terrà nei prossimi mesi in Gran Bretagna. La Royal society of chemistry, fondata a Londra nel 1841, è la società scientifica che si occupa dell'avanzamento delle scienze chimiche e conta oltre 50mila affiliati in tutto il mondo. Dall'istituzione del premio, nel 1949, il riconoscimento della società scientifica britannica è andato un precedenza tre volte a un ricercatore italiano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA