Studenti e ricercatori

Il premio Nobel per la Fisica al dottorato sull’energia di Perugia

Il nobel per la fisica del 2014, lo scienziato giapponese Shuji Nakamura,inventore della luce a blu led e recentemente insignito del Dottorato di ricerca Honoris causa dall'Università degli studi di Perugia, sarà docente nel 35/o ciclo di Dottorato di ricerca in Energia e Sviluppo sostenibile (approvato dal Senato accademico e dal Consiglio di amministrazione dell'università di Parigi).

Il Dottorato di ricerca, incardinato nel Centro nazionale di ricerca sulle Biomasse diretto da Andrea Nicolini, sezione strutturata del Ciriaf (Centro interuniversitario di ricerca sull'inquinamento e sull'ambiente 'Mauro Felli'), diretto da Pietro Buzzini, vedrà partire i corsi dall'1 novembre 2019. Il corpo docente del Dottorato, coordinato da Franco Cotana, sarà costituito da 18 professori dell'Università di Perugia, da due professori del Politecnico di Torino e da 4 professori di università straniere, tra i quali Nakamura che terrà ufficialmente la prima lezione il 19 aprile 2020. Per quella data infatti - riferisce il Ciriaf - il premio Nobel ha confermato che tornerà nel capoluogo umbro, essendo per lui
personalmente quella perugina una delle tre università più importanti per la sua attività, insieme a quella di Tokushima in Giappone dove si è laureato in Ingegneria elettronica ed alla University of California a Santa Barbara dove svolge gran parte delle sue ricerche. Il Dottorato di ricerca in Energia e Sviluppo Sostenibile è fortemente interdisciplinare ed articolato in due curricula: Energia e Benessere ambientale ed Energia Risorse agricole e territoriali. È inoltre un Dottorato internazionale ed industriale i cui corsi di didattica programmata sono tenuti in lingua inglese


© RIPRODUZIONE RISERVATA