Studenti e ricercatori

Emilia-Romagna, 30 borse di ricerca nella giustizia per i laureati regionali

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Laurea magistrale conseguita da non oltre 12 mesi in una delle università dell’ Emilia-Romagna. Questo il titolo principale dei candidati che vogliono proporsi per un percorso formativo e di ricerca di 12 mesi negli Uffici giudiziari della regione. I percorsi verranno svolti in stretta collaborazione con gli atenei presso cui verranno attivate le borse.

I periodi di ricerca finanziati dalle 30 borse verranno svolti presso: la Corte d'appello di Bologna, il Tribunale ordinario di Bologna, il Tribunale dei minorenni di Bologna, la Procura di Bologna, le procure di Modena e Ravenna, i tribunali di Modena, Ferrara, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Rimini. Ogni borsa ha un importo mensile di 1.100 euro ed è sottoposta al regime fiscale previsto dalla legge.

Il bando di selezione e la piattaforma per presentare la candidatura sono accessibili dal sito della Fondazione Crui: https://www.fondazionecrui.it/notizie/bando-di-selezione-per-30-borse-di-ricerca-per-attivita-da-svolgere-allinterno-degli-uffici-giudiziari-della-regione-emilia-romagna/

Le candidature vanno presentate entro il 13 maggio 2019 (ore 13).

La Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con la Fondazione Crui e le università emiliane e romagnole, intende così stimolare la proposta di nuovi modelli organizzativi per l'innovazione degli Uffici giudiziari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA