Studenti e ricercatori

Università, da Pisa le linee per l’equilibrio di genere nei convegni

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Linee guida per organizzare workshop e convegni scientifici effettivamente inclusivi e orientati all'equilibrio di genere. Le ha stilate un gruppo di esperte istituito dal Cug, il Comitato unico di garanzia dell'università di Pisa, il cui obiettivo è ora farle adottare dall'Ateneo.

Per redigere il documento, spiega una nota, il gruppo di esperte è partito dalle “Guidelines for ensuring gender balance at conferences” della Manchester business school, e dalle “Linee guida per la parità di genere nelle conferenze, seminari e eventi scientifici”, adottate dalla Società italiana degli economisti.

«Il documento che il Cug ha approvato - sottolinea Elisa Giuliani, docente del dipartimento di Economia e management che fa parte del gruppo di lavoro - si basa su indicazioni provenienti da ricerche internazionali condotte sul tema».

Le linee guida consigliano, tra l'altro, di prevedere comitati scientifici e comitati organizzatori, oltre a una lista di speakers, equilibrati rispetto alla presenza di genere, con
particolare attenzione ai ruoli attribuiti alle donne all'interno dei panel, ma anche promozione di un ambiente inclusivo che non ostacoli la partecipazione attiva di tutti i
generi alla discussione e al confronto scientifico, e l'adozione di politiche di Ateneo volte alla rimozione di barriere strutturali alla partecipazione, come le responsabilità genitoriali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA