Studenti e ricercatori

Al via a Genova il competence center sulla cybersecurity

S
2
4Contenuto esclusivo S24


«Il Cnr e l’Italia scommettono sul fatto che la ricerca sia il motore dell'innovazione, quindi dello sviluppo economico. Lo facciamo al Sud e lo facciamo a Genova, felici di questo perché si tratta di una realtà importantissima dove, come si è visto con questo centro di competenza, si può creare una importantissima sinergia tra la ricerca, le piccole, medie e grandi industrie, per la sicurezza dei cittadini, delle infrastrutture che non si vedono e di quelle concrete». Lo ha detto il presidente del Cnr Massimo Inguscio presentando a Genova il competence center per la cyber sicurezza nato sotto la spinta del piano Industria 4.0.

L’obiettivo
«Il Cnr riesce a mettere insieme altre realtà pubbliche, da Iit alle autorità portuali - ha aggiunto Inguscio - con tutte le industrie e con l’università. E il Cnr riesce a farlo con la sua multidisciplinarità. Noi avremo un istituto di matematica applicata e informatica che è fortissimo a Genova, insieme ad altri istituti che sviluppano materiali, che sviluppano sensoristica che sono gli hardware fondamentali per il controllo di infrastrutture e quant'altro».

Le risorse
«Sapete tutti - ha spiegato ancora il presidente del Cnr - che i soldi non sono molti, ma questo centro dimostra quanto sia importante mettere insieme le competenze in maniera sinergica. Si tratta di 10 milioni, una cifra importante che ci consente di fare leva con altri finanziamenti. Questo è uno degli 8 centri di competenza, l'unico coordinato da un ente di ricerca, con cui si entra in un progetto nazionale e poi europeo, ed è lì che andiamo a prendere altri finanziamenti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA