Studenti e ricercatori

Team italiano ricerca intelligenza artificiale a Londra

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Tappa londinese della missione italiana in tema di intelligenza artificiale. Il team che sta
lavorando alla strategia nazionale per l'Intelligenza artificiale (Ai), coordinato dal Mise, ha avuto una serie di incontri con le controparti britanniche e ha partecipato all'evento pubblico Italy4Innovation, organizzato dall'ambasciata d'Italia a Londra.

La scelta della capitale britannica da parte della delegazione italiana era ineludibile
essendo il Regno Unito la realtà più avanzata in Europa in tema di ricerca, sviluppo e applicazione di tecnologie nel campo dell'Intelligenza artificiale, seconda solo a Usa e Cina. Hanno infatti sede a Londra il prestigioso Alan Turing institute, centro pioneristico per la Ai, e alcune delle realtà imprenditoriali più importanti del comparto a livello globale.

L'obiettivo della missione italiana era duplice. Da una parte approfondire la conoscenza della strategia britannica in tema di Ai e i punti di forza di questo ecosistema, in modo particolare delle politiche pubbliche di sostegno. Dall'altra, presentare agli inglesi le eccellenze della nostra ricerca e le imprese attive nel campo dell'intelligenza artificiale.

Il team italiano ha avuto dunque una fitta serie di incontri, con l'Alan Turing institute, con l'Imperial college, con l'Office for Ai (agenzia pubblica britannica per il coordinamento delle politiche pubbliche a sostegno del settore) e il Digital catapult (centroa finanziamento pubblico-privato per la crescita delle startup digitali, in modo particolare nei settori afferenti alla machine intelligence e sue possibili applicazioni).

Importante anche l'incontro con il Data ethics team Dcms, centro istituito per studiare le ripercussioni etiche circa l'accesso, il trattamento e la conservazione dei dati che sono la risorsa primaria per il funzionamento dei sistemi di intelligenza artificiale. Inoltre, l'evento Italy4Innovatio, organizzato dall'ambasciata d'Italia, ha offerto un'ulteriore occasione di dialogo in cui sono stati messi a confronto i due sistemi di Ai e si sono illustrate le
opportunità, sia sotto il profilo delle collaborazioni che degli investimenti Italia-Gran Bretagna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA