Studenti e ricercatori

Polimi, la School of management nel ranking dei migliori Mba al mondo per Bloomberg Businessweek

S
2
4Contenuto esclusivo S24


La School of management del Politecnico di Milano fa il suo ingresso nel ranking che Bloomberg Businessweek dedica ai migliori programmi Mba full time del mondo, in maggioranza erogati da business school americane. Il Master in business administration della Scuola milanese risulta 19esimo tra le università europee.

Bloomberg Businessweek ha intervistato nel 2018 quasi 27.000 tra studenti Mba, alunni e reclutatori e ha chiesto loro un parere sulle esperienze vissute e sugli obiettivi raggiunti o da raggiungere: la classifica si basa infatti sulle loro risposte. I parametri presi in considerazione riguardano la qualità dell'apprendimento, il network di relazioni che si può costruire, la capacità di ciascuna Scuola di facilitare l'ingresso nel mondo del lavoro e il livello salariale ottenuto.

Il ranking del settimanale economico americano arriva una settimana dopo quello del Financial Times, che per il decimo anno consecutivo ha confermato il giudizio positivo sulla School of management del Politecnico di Milano, saldamente inserita tra le prime 50 scuole europee (42esimo posto su 95) e in particolare tra le prime cinque che appartengono a università “tecniche”, con uno specifico focus su ingegneria e tecnologia. Anche tra i cinque prodotti classificati dall'FT European ranking figura l'Mba full time.

La School of management è composta dal dipartimento di Ingegneria gestionale del Politecnico di Milano e dal Mip Graduate school of business, la business school dell'ateneo milanese. «Questa classifica internazionale è un'ulteriore conferma della validità dei programmi erogati dalla nostra Scuola. Il successo di un master “classico” ma sempre richiestissimo come l'Mba full time testimonia che abbiamo intrapreso la strada giusta: oggi infatti il nostro Mba coniuga didattica esperienziale, smart learning, progetti sul campo ed ha il supporto di decine di imprese che assicurano la disponibilità di progetti per i nostri allievi che rappresentano un bacino di talenti molto appetibile per le loro attività di recruitment», commentano Alessandro Perego e Andrea Sianesi, rispettivamente direttore del dipartimento e dean di Mip.


© RIPRODUZIONE RISERVATA