Studenti e ricercatori

Sull’Asi si consuma un nuovo scontro tra Lega e M5S

La tensione è ancora alta fra M5S e Lega all'indomani della revoca del fisico Roberto Battiston alla presidenza dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi). «Ritengo che abbiamo bisogno di più scienziati e meno militari», ha detto ieri il viceministro all'Istruzione Lorenzo Fioramonti, M5s, riferendosi al nome dell'ex capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare Pasquale Preziosa, gradito ai leghisti, come possibile candidato alla presidenza dell'Asi.

«Ho letto il nome dai giornali, non ne abbiamo parlato col ministro», ha detto ancora Fioramonti. Il leader della Lega Matteo Salvini si tiene alla larga dalla questione: «Non me ne sono occupato io - dice in tv -. Magari un politico risponderebbe con una supercazzola, ma non essendomene occupato non ne posso parlare». «Non c'è nessuna polemica. Il motivo è chiaro ed è nelle carte», ha ribadito il ministro Marco Bussetti, riferendosi alle verifiche svolte sull'attività dell'Asi negli ultimi mesi e in attuazione di norme vigenti, in quanto la nomina di Battiston era stata firmata dall'allora ministro Valeria Fedeli il 7 maggio scorso, ossia con un governo che il 4 marzo aveva perso la fiducia degli italiani e agiva in ordinaria amministrazione. Quanto al nome di Preziosa, per Bussetti non è affatto detto che sia quello del prossimo presidente dell'Asi: «Non c'è nessun tipo di novità, non è detto che sia questa persona, è solo un nome che sta circolando».


© RIPRODUZIONE RISERVATA