Studenti e ricercatori

Cnr, 1.400 precari in attesa di stabilizzazione

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Protesta dei precari del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), che sollecitano il via libera alle circa 1.400 stabilizzazioni per le quali sono da tempo disponibili i fondi, ma ancora di fatto bloccate. «Nonostante il decreto di erogazione dei fondi, stanziati dalla finanziaria
2017, ad oggi non è stato fatto alcun passo concreto verso la stabilizzazione”, è l’allarme lanciato da Rosa Ruscitti, della Flc Cgil.

Altri 1.200 lavoratori interessati
Ai 1.400 precari in attesa della stabilizzazione nel 2018 se ne aggiungono, hanno detto i sindacati, 1.200 che avrebbero diritto alla stabilizzazione per il 2019-2020. Dopo essere intervenuti nell'evento di presentazione del Festival della Scienza di Genova, i precari di Flc Cgil, Uil Scuola Rua, hanno avuto un colloquio con la direzione del personale. Al termine dell’incontro Ruscitti ha rivelato che la decisione è stata rimandata al Consiglio di amministrazione. Quest'ultimo dovrebbe riunirsi il 10 ottobre «ma probabilmente nemmeno questa volta darà il via alla delibera per le stabilizzazioni. Siamo preoccupati - ha proseguito la sindacalista - e se il 10 ottobre ci sarà ancora un nulla di fatto è probabile una ulteriore mobilitazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA