Studenti e ricercatori

Medicina: è Milano Bicocca l’ateneo più conteso

di Francesca Barbieri

Il 66,2% dei posti di medicina e odontoiatria - 9.666 messi a bando negli atenei statali - è stato assegnato ieri. E i “vincitori” hanno avuto la certezza di essere stati ammessi con la pubblicazione da parte del Miur della graduatoria nominale sul sito Universitaly. Ora avranno 4 giorni di tempo per immatricolarsi - entro venerdì 5 ottobre -: chi non lo farà rimetterà in gioco il proprio posto che si andrà a ”sommare” ai 3.237 posti prenotati. Per entrare a medicina bisogna aver fatto almeno 43,2 punti (all'università di Catanzaro), mentre a odontoiatria si riesce a entrare con almeno 42 punti (all'Aquila). Milano Bicocca, secondo l'analisi realizzata dalla società Alpha Test, è l'ateneo più conteso per medicina: qui addirittura tutti i posti (133) sono assegnati, per cui se tutti confermeranno l'iscrizione la graduatoria sarà completa da subito.

I diversi status: cosa fare e entro quando
I vincitori, come detto, hanno 4 giorni lavorativi per immatricolarsi: lo status è quello di assegnato. Entro i tempi indicato i ragazzi che rientrano in questa categoria devono procedere all'immatricolazione presso la sede in cui hanno ottenuto un posto. «Se siete assegnati e non vi immatricolate entro i tempi previsti - avvertono gli esperti di Alpha Test - il Miur vi considera rinunciatari e venite esclusi dalla graduatoria, senza alcuna possibilità di concorrere per altri posti».Il candidato prenotato ha, invece, due possibilità. Può decidere di immatricolarsi nella sede in cui risulta prenotato entro 4 giorni lavorativi (sempre considerando anche il giorno di pubblicazione). L'altra possibilità è cliccare, sempre entro 4 giorni lavorativi, sul bottone relativo all'interesse nel proseguire con gli scorrimenti di graduatoria. «Se continuate a risultare prenotati e volete continuare a concorrere per scorrimenti su preferenze più alte - sottolineano da Alpha Test - questa azione va ripetuta a ogni scorrimento di grauduatoria, sempre entro il termine di 4 giorni lavorativi contando il giorno di pubblicazione dello scorrimento». In questo modo è possibile conservare il posto in graduatoria che può solo migliorare.Il candidato in attesa è inserito in posizione utile in graduatoria ma al momento non c'è un posto disponibile all'interno delle proprie scelte. Anche i candidati in attesa devono cliccare sul box di conferma interessa, operazione che va ripetuta a ogni pubblicazione di scorrimento, per restare in graduatoria.

Il candidato in fine posti viene dopo quelli in attesa, ma questo non significa automaticamente essere fuori: questi ragazzi, infatti, sono considerati dagli scorrimenti in graduatoria e anche loro devono cliccare sul box di conferma interesse a ogni pubblicazione di scorrimento per restare in graduatoria. La decisione su come procedere, dunque, dipende dalla propria posizione in graduatoria. Ecco come Alpha Test suggerisce di procedere in vista del primo scorrimento. Se ci si trova entro 100 posizioni dal punteggio minimo per entrare nella sede di proprio interesse, la possibilità di ottenere un posto in questa scelta è praticamente sicura e con ogni probabilità avverrà già entro il primo scorrimento di graduatoria. Se ci si trova tra 100 e 200 posizioni dal punteggio minimo per entrare nella sede di proprio interesse, la possibilità di ottenere un posto è buona, ma bisogna considerare tutti gli scorrimenti di graduatoria. Questo ragionamento vale anche per le scelte più ambite, che esauriscono velocemente i posti disponibili. Se ci si trova tra 200 e 400 posizioni dal punteggio minimo per entrare nella sede di proprio interesse, la possibilità di ottenere un posto in questa scelta è discreta; i posti nelle sedi più ambite è possibile che non siano disponibili, ma ci sono buone chances di concorrere per le altre scelte. Se ci si trova oltre 400 posizioni dal punteggio minimo per entrare nella sede di proprio interesse, la possibilità di ottenere un posto in questa scelta è bassa; conviene considerare un “piano B” mentre si aspettano gli scorrimenti di graduatoria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA