Studenti e ricercatori

Una cabina di regìa per la ricerca a Palazzo Chigi

Creare un'Agenzia nazionale per la ricerca che sia interministeriale e che abbia la cabina di regia a Palazzo Chigi, in modo da coordinare finanziamenti e linee strategiche e dare così nuovo slancio alla competitività delPaese. È questa l'idea che il ministro dell'istruzione e della ricerca Marco Bussetti proporrà oggi al premier Conte.

«Abbiamo bisogno di fare sistema per rendere più efficiente tutto il mondo della ricerca che ha potenzialità ancora tutte da scoprire per il rilancio della nostra economia», ha detto il ministro. «Domani farò la proposta al Presidente del Consiglio che si è dimostrato molto sensibile sul tema: per questo non è da escludere che la cabina di regia venga fatta a Palazzo Chigi, in modo che sia più facile l'interazione tra i vari ministeri coinvolti. Quello della ricerca è un tema trasversale e bisogna saper fare sistema per vincere in Europa». L'idea di un'agenzia nazionale per la ricerca con cabina di regia a Palazzo Chigi avanzata dal ministro dell'istruzione Bussetti viene accolta con favore dalle aziende del biotech italiano riunite a Palazzo Lombardia per il IV Technology Forum Life Sciences.«È fondamentale che ci sia un'Agenzia della ricerca ed è molto bene che sia a Palazzo Chigi, perché deve essere transministeriale unendo Miur, Ministero della Salute, Mef, Mise e anche le Regioni, che devono essere coinvolte in una visione centralizzata e di lungo periodo», spiega Riccardo Palmisano, presidente di Assobiotec-Federchimica. «Speriamo che nasca a breve, anche perché non è una cosa che richiede un budget straordinario: si tratta di coordinare ciò che già c'è ». Sulla stessa linea anche Diana Bracco, presidente del Cluster tecnologico nazionale Scienze della vita Alisei. «Mettere l'Agenzia per la ricerca a Palazzo Chigi è un' ottima idea ed è pregevole anche quella di avere nella cabina di regia una rappresentanza delle imprese, perché conosciamo bene i problemi e possiamo sottolineare quello che pensiamo vada fatto. Dobbiamo guadagnare tanto tempo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA