Studenti e ricercatori

Il Miur “promuove” la Business School Escp a università straniera in Italia

Dopo un lungo processo di accreditamento iniziato ad aprile 2017, la business school internazionale Escp Europe è stata riconosciuta dal Miur come università straniera in Italia. Il campus di Torino diventa il terzo polo universitario del capoluogo piemontese e potrà conferire titoli di Laurea di primo livello e Magistrale in piena autonomia.

L’identikit dell’Escp
Fondata nel lontano 1819 a Parigi e presente da 15 anni a Torino, la Escp Europe è la Business School internazionale che prepara giovani studenti, laureati, manager ed imprenditori. Oggi ha sei sedi in Europa (a Berlino, Londra, Madrid, Parigi, Torino e Varsavia) e unisce l'approccio pragmatico allo studio teorico, privilegiando uno stretto rapporto con il mercato del lavoro, prestando grande attenzione agli sbocchi professionali. A livello aggregato europeo, accoglie ogni anno circa 4.600 studenti e 5.000 manager, provenienti da 100 diversi Paesi, per un portfolio completo di programmi in General management e Master specialistici. La rete degli ex allievi annovera 50.000 membri di 200 diverse nazionalità ed è attiva in 150 Paesi. Il Campus di Torino è nato nel 2004 con il forte sostegno della Camera di commercio di Torino, della Camera di commercio e dell'industria di Parigi, dell’università di Torino, del Politecnico di Torino, della Compagnia di San Paolo e della Fondazione Crt.

Le reazioni
«Questo riconoscimento rappresenta un grandissimo passo in avanti per la nostra Business School e crediamo lo sia anche per il sistema universitario italiano», ha spiegato Francesco Rattalino, Direttore di ESCP Europe Torino Campus. «In un contesto in cui la formazione universitaria fa dell'internazionalizzazione un valore aggiunto per il percorso di studio e per il successivo inserimento nel mercato del lavoro degli studenti, il riconoscimento in Italia dei corsi dell'Escp Europe che opera già nelle sedi di Berlino, Londra, Parigi, Madrid e Varsavia, rappresenta indubbiamente una crescita per l'offerta formativa di tutto il sistema universitario nazionale», ha aggiunto Daniele Livon, Dg per la programmazione, il coordinamento e il finanziamento delle istituzioni della formazione superiore del Miur.
«200 anni fa Escp Europe ha intrapreso il percorso che l'ha resa la prima business school al mondo – ha infine ricoredato Léon Laulusa, Executive Vice-President, Dean for Academic Affairs and International Relations Escp Europe –. Oggi, dopo Francia e Germania, questo importante riconoscimento in Italia mostra la nostra eccellenza accademica e straordinarietà, che porta Escp Europe ad essere la prima università pan-europea».


© RIPRODUZIONE RISERVATA