Studenti e ricercatori

All’università di Parma bando per diventare tutor di studenti detenuti

S
2
4Contenuto esclusivo S24

L’università di Parma propone ai propri studenti e ai dottorandi di ricerca l’attività di tutor in favore di studenti detenuti presso l’istituto Penitenziario della città e iscritti all’ateneo. obiettivo dell’iniziativa è migliorare la didattica e l’apprendimento dei detenuti attraverso un “filo diretto” con i docenti titolari dei corsi. Il bando di selezione scade il 28 settembre.

Il bando
In una nota l’ateneo spiega che sono previste due tipologie di tutorato, con due graduatorie distinte: un tutor di coordinamento (fino a un massimo di 200 ore) e un tutor didattico (fino a un massimo di 30 ore). L’assegno di tutorato prevede un compenso orario di 10 euro per il tutor di coordinamento e di 20 euro per quello didattico. Possono presentare domanda gli studenti iscritti ai corsi di laurea magistrale (con voto non inferiore a 100/110 per l’ultima laurea conseguita) e i dottorandi di ricerca. La domanda di partecipazione , scaricabile su www.unipr.it/tutorcarcere va compilata e inviata dal 5 settembre al 28 settembre 2018 dal proprio indirizzo e-mail istituzionale a protocollo@unipr.it. Oppure tramite posta elettronica certificata personale (allegando fotocopia della carta d’identità) a protocollo@pec.unipr.it, entro le ore 13 del giorno 28 settembre 2018.
Tutte le info nel bando di concorso .


© RIPRODUZIONE RISERVATA