Studenti e ricercatori

All’università di Brescia torna per altri 4 anni la cattedra Unesco


Si rinnova per altri quattro anni, fino a marzo 2022, l’accordo tra l’Unesco e l’università di Brescia per la Cattedra «Training and empowering human resources for health development in resource-limited countries» («Formazione e rinforzo delle risorse umane per lo sviluppo sanitario nei Paesi a risorse limitate») già istituita nell’ateneo bresciano nel marzo 2014 presso il Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali e diretta da Francesco Castelli, Delegato del rettore per la cooperazione allo sviluppo e ordinario di malattie infettive.

La conferma del prestigioso riconoscimento è arrivata nei giorni scorsi da parte del responsabile della sezione istruzione superiore dell’Unesco alla luce della valutazione positiva dei risultati raggiunti in questi anni nei diversi ambiti disciplinari della cooperazione internazionale nell'ambito della collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità, le organizzazioni non governative e la Rete delle scuole Unesco.
Unica Cattedra Unesco in Italia per l'area di Medicina, insieme a quella dell'Università Tor Vergata di Roma in Biotecnologia, quella dell’università di Brescia promuove un sistema integrato di ricerca, formazione, informazione e documentazione sulla cooperazione internazionale sanitaria e la collaborazione tra ricercatori internazionali, docenti dell'ateneo bresciano e altre istituzioni in Italia, Europa, Africa, America Latina ed altre regioni del mondo. Tra gli obiettivi specifici, l’erogazione di attività formative in tema di salute globale per gli studenti pre e post laurea; lo sviluppo di collaborazioni con gli istituti di insegnamento superiore nei Paesi a risorse limitate; la promozione delle attività di ricerca per le malattie correlate alla povertà quali Hiv/Aids, tubercolosi e malaria.
«La notizia del prestigioso rinnovo dell'Accordo tra l'Unesco e la nostra Università per la Cattedra Training and empowering human resources for health development in resource-limited countries – dichiara il rettore, Maurizio Tira – non solo ci onora, ma premia l'impegno che da quest'anno l'Ateneo ha profuso nella promozione del ciclo di seminari dedicati all'approfondimento dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'agenda 2030 delle Nazioni Unite. Un’attività che rientra tra le iniziative della Cattedra Unesco».


© RIPRODUZIONE RISERVATA