Pubblica e privata

Pioggia di contributi dal nuovo Horizon. La mappa delle opportunità per le imprese

di Maria Adele Cerizza

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Bruxelles ha dato il via alla complessa discussione sulla programmazione 2021-2027 con la pubblicazione delle prime proposte di regolamento relative ai programmi di finanziamento in via diretta. Gli importi contenuti nelle proposte di regolamento subiranno sicuramente delle modifiche nel corso dei prossimi mesi, ma già da ora è possibile farsi un’idea dei budget e delle principali novità che caratterizzeranno il prossimo settennato.

I programmi 2021-27

Un posto di primo piano continua ad andare alla nuova edizione del programma Horizon 2020 che si chiamera Horizon Europe e che sarà dotato di un budget di 94,1 miliardi di euro contro i circa 80 della ormai vecchia programmazione. Horizon Europe dovrebbe generare nuove e maggiori conoscenze e tecnologie, promuovere l’eccellenza scientifica e avere effetti positivi sulla crescita, gli scambi e gli investimenti e un impatto significativo in campo sociale e ambientale. C’è poi il nuovo programma Europa digitale che dispone di 9,2 miliardi di euro e finanzierà progetti in cinque settori: supercomputer, intelligenza artificiale, cybersicurezza, competenze digitali, uso delle tecnologie digitali nell’economia e nella società.

Con un unico programma spaziale da 16 miliardi di euro si garantirà poi la continuità degli investimenti nelle attività dell’Ue nello spazio, incoraggiando i progressi scientifici e tecnici e sostenendo la competitività e la capacità d’innovazione dell’industria spaziale europea, in particolare delle Pmi, delle start-up e delle imprese innovative.

Rinnovato il Meccanismo per collegare l’Europa (Cef), con 42,3 miliardi di euro a sostegno di investimenti nelle reti infrastrutturali europee per i settori dei trasporti (30,6 miliardi di euro), dell’energia (8,7 miliardi di euro) e del digitale (3 miliardi di euro). Questo aumento del 47% rispetto al periodo 2014-2020 dimostra l’impegno dell’Ue a favore di un territorio ben collegato e integrato in cui i cittadini e le imprese possono beneficiare appieno della libera circolazione e del mercato unico. Life è uno dei programmi di finanziamento dell’Ue per i quali la Commissione propone il maggiore aumento proporzionale: la sua dotazione per il periodo 2021-2027 sarà di 5,45 miliardi di euro, importo destinato a progetti nel settore ambientale.

Sale a 30 miliardi la dotazione del bilancio del programma Erasmus 2021-2027, destinando 25,9 miliardi di euro all’istruzione e alla formazione, 3,1 miliardi di euro ai giovani e 550 milioni di euro allo sport. Anche il programma Europa creativa - a sostegno dei settori culturali e creativi europei e di opere audiovisive europee - vede il suo budget aumentato a 1,85 miliardi di euro. La proposta si concentra sempre su tre settori: media (1,081 miliardi di euro ); cultura (609 milioni di euro ) e azioni transettoriali (106 milioni di euro ).

Le novità

Due le novità della nuova programmazione. Si tratta di InvestEu, un unico fondo da 15,2 miliardi di euro che accorperà il gran numero di programmi di finanziamento attualmente disponibili, rifacendosi al modello adottato per il piano di investimenti per l’Europa, il cosiddetto piano Juncker, che ha consentito di conseguire importanti risultati. Il programma comprende il Fondo InvestEu che sosterrà le infrastrutture sostenibili, la ricerca, innovazione e digitalizzazione, le Pmi e infine gli investimenti sociali e le competenze.

C’è poi il programma Mercato unico che con una dotazione di 4 miliardi di euro fornirà sostegno nei seguenti settori: protezione dei consumatori e rafforzamento del loro ruolo; competitività delle imprese, in particolare delle Pmi; standard elevati in materia di salute umana, animale e delle piante; applicazione efficace della legislazione e norme di elevata; concorrenza leale nell’era digitale; statistiche europee di alta qualità .

La Commissione propone un nuovo fondo che comprende i programmi Diritti e valori e Giustizia. Il fondo ha una dotazione di bilancio proposta di 947 milioni di euro nell’arco di sette anni, 642 milioni di euro per il programma Diritti e valori e 305 milioni per il programma Giustizia.

La lotta alla contraffazione dell’ euro, le frodi a danno dell’Ue e la cooperazione fiscale continuano ad essere finanziati dai Programmi Pericle IV (7,7 milioni) dal Programma antifrode dell’Ue ( 181 milioni) e da Fiscalis (270 milioni). Nella nuova programmazione Fiscalis punterà a fornire un sostegno alla politica fiscale e alle autorità fiscali nazionali, contribuendo meglio alla prevenzione dell’evasione ed elusione fiscale.

La Commissione propone di assegnare 21,3 miliardi di euro per la gestione delle frontiere in generale, e di creare un nuovo Fondo per la gestione integrata delle frontiere (Ibmf) per un valore di oltre 9,3 miliardi di euro e di aumentare i finanziamenti per la migrazione del 51%, fino a raggiungere 10,4 miliardi di euro nel quadro del rinnovato Fondo asilo e migrazione (Amf). Il Fondo sosterrà gli sforzi degli Stati in tre settori chiave: asilo, migrazione legale e integrazione, lotta alla migrazione illegale e rimpatrio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA