Studenti e ricercatori

Tornano i premi del Comitato Leonardo per i migliori laureandi

Tornano i premi di laurea del Comitato Leonardo , i riconoscimenti che annualmente premiano i giovani e le tesi più innovative nei diversi settori dell'eccellenza made in Italy: sport, moda, gioielleria, meccanica, innovazione tecnologica, sostenibilità, nautica, farmaceutica, internazionalizzazione, questi gli ambiti di riferimento per le candidature.

Il Comitato Leonardo, nato nel 1993 su iniziativa comune dell’Ice, di Confindustria e di un gruppo d'imprenditori, tra i quali Gianni Agnelli e Sergio Pininfarina, è presieduto oggi dall’imprenditrice Luisa Todini. Si pone come obiettivo primario la promozione dell'Italia come Sistema Paese attraverso varie iniziative finalizzate a metterne in rilievo le doti di imprenditorialità, creatività artistica, raffinatezza e cultura che si riflettono nei suoi prodotti e nel suo stile di vita. Il supporto e la collaborazione di alcune grandi aziende associate al Comitato Leonardo ha permesso di giungere oggi alla ventunesima edizione dei premi. L'iniziativa negli anni ha infatti offerto un supporto concreto a oltre 150 giovani neolaureati provenienti da istituti e Università di tutta Italia. «Con l'iniziativa dei Premi di Laurea, il Comitato Leonardo e le aziende Associate, si impegnano da 21 anni a spronare le nuove generazioni, offrendo un aiuto concreto alla realizzazione di progetti brillanti ma anche un'occasione di confronto diretto con prestigiose realtà aziendali. Un impegno che si traduce in un investimento per il futuro, in quanto i giovani laureati di oggi saranno i manager preparati di domani», ha spiegato Luisa Todini, Presidente del Comitato Leonardo. Dodici i bandi indetti: 8 borse di studio del valore di 3mila euro e 4 tirocini retribuiti, questi ultimi offerti da Bonfiglioli Riduttori, Damiani, Perini Navi ed SCM Group presso le loro sedi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA