Studenti e ricercatori

Corsi, rette, borse di studio: l’università italiana ai raggi «X»

di Francesca Barbieri

I più numerosi, 2.299, sono i corsi triennali di primo livello, mentre quelli magistrali arrivano a 2.104 e quelli quinquennali a ciclo unico sono 337.

In totale i corsi di laurea in rampa di lancio per il prossimo anno accademico negli atenei pubblici, privati e telematici sono 4.740, in leggero calo rispetto ai 4.800 dell’anno 2017/18, tutto concentrato sulle lauree di secondo livello. Il ventaglio delle proposte registra comunque un trend positivo tra i corsi di economia e di ingegneria, dove a prendere slancio sono i programmi legate alle nuove tecnologie digitali, con nuovi curricula nei corsi tradizionali dedicati alla gestione dei big data, o alla sicurezza informatica. Nuovi profili sono ad esempio il big data analyst che si occupa di acquisire e analizzare la gran mole di dati a disposizione delle aziende, con competenze trasversali dall’informatica, alla statistica, dall’economia al marketing. E che dire del cyber security specialist che si occupa della sicurezza informatica delle aziende, mescolando competenze tecniche a conoscenze giuridiche.

A crescere poi sono i double degree, percorsi di studio che permettono di laurearsi in Italia, ma anche in un ateneo straniero. La possibilità viene offerta da oltre 60 università, con 740 corsi in partenza (e iscrizioni ancora aperte), in crescita del 25% rispetto ai 592 dell’anno in corso.

Per chi vuole studiare in Italia ma comunque in un contesto internazionale, ci sono le proposte di corsi in inglese, quasi 350, ma si sale a circa 700 considerando anche i corsi
parzialmente in inglese o in un’altra lingua straniera (si vedano le pagine da 39 a 44).

Continua poi l’avanzata dei filtri all’ingresso (tutti gli approfondimenti da pagina
45 in avanti): il numero chiuso è previsto per circa duemila corsi, il 43% del totale, percentuale che sale al 100% in alcuni atenei non statali, come l’università Bocconi Milano
che ha fissato a 2.650 il tetto per le matricole dei 10 corsi di laurea triennali (più uno a ciclo
unico), con le iscrizioni già chiuse ad aprile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA