Studenti e ricercatori

In arrivo proposta di legge per rendere più attrattivi i dottorati

di Eu. B.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Entro l’anno i presidenti di Camera e Senato riceveranno una legge di iniziativa popolare sul dottorato di ricerca. A proporla è il Comitato per la valorizzazione del dottorato, fondato a metà aprile a Milano.

L’obiettivo del progetto di legge
È quello di «valorizzare il Dottorato di ricerca in tutti i settori produttivi del Paese sia privati che pubblici, compresa l'accademia», ha dichiarato il neoeletto presidente del Comitato, Mario Murari, rappresentante dei dottorandi al politecnico di Milano. La proposta di legge avrà due ambiti principali. Il primo riguarderà il settore pubblico e in particolare la valorizzazione nella pubblica amministrazione, nella scuola e nell'ambito della ricerca, di coloro che hanno conseguito un dottorato. Il secondo si concentrerà invece sul privato e il terzo settore. Come emerge dall’analisi Istat del 2015, spiega ancora Murari, “nonostante gli elevati tassi di occupazione e l'abbinamento relativamente buono della professione svolta con il titolo di studio, oltre un terzo dei dottori di ricerca non rifarebbe lo stesso corso di dottorato (39,3%), adducendo quale motivo principale l'insoddisfazione per gli sbocchi professionali offerti dal titolo (51,3%)» .

Le proposte del Comitato
Includono incentivi per ridurre il costo del lavoro per le imprese del personale altamente qualificato nonché interventi utili a favorire l'imprenditorialità in settori altamente innovativi, anche tramite la creazione di start-up. Tutto ciò finirà nero su bianco nel progetto di legge. Insieme all’intenzione di rivedere anche parte del periodo di formazione all'interno dell'università.


© RIPRODUZIONE RISERVATA