Studenti e ricercatori

Al via partnership scientifica tra l’università di Torino e l’Enea

S
2
4Contenuto esclusivo S24

L’Enea e l'Università di Torino hanno firmato un accordo per promuovere progetti di ricerca congiunta in vari settori, da quelli più complessi, come la fusione nucleare a quelli più vicini alla quotidianità, come l'efficienza energetica.

L’intesa, spiega il rettore Gianmaria Ajani, «formalizza e incentiva una collaborazione che ad oggi ha già portato ad importanti risultati, ma che necessita di una messa a sistema per ottimizzare risorse ed eccellenze». Per il presidente Enea, Federico Testa, accordi di questo genere sono «importantissimi per il futuro industriale dell'Italia e per la valorizzazione dei ricercatori, che non sempre sono collegati in modo ottimale con il mondo delle imprese, per una lunga serie di motivi». Dopo la firma dell'accordo, oggi a Torino si tengono i primi incontri tra ricercatori di Enea e dell'Università per valutare una quarantina di progetti già presentati. «Vogliamo essere concreti da subito», afferma Ajani


© RIPRODUZIONE RISERVATA