Famiglie e studenti

Governo al lavoro per rinnovare i congedi Covid

di Cl. T.

S
2
4Contenuto esclusivo S24
Sul piatto una cinquantina di milioni di euro per rinnovare i congedi retribuiti al 50% scaduti nei mesi scorsi. Dal Pd a Fi, appello bipartisan: aiutare i genitori che restano a casa con i figli in quarantena

Il Governo è al lavoro per il rinnovo dei congedi Covid, scaduti nei mesi scorsi, per aiutare le famiglie alle prese con le chiusure delle scuole per contenere il contagio o con i figli a casa in quarantena. Secondo quanto si apprende, il ministero del Lavoro, di concerto con il Mef, starebbe ragionando sulla proroga dei congedi parentali straordinari (finora retribuiti al 50%) in vista del varo del decreto Sostegno con i nuovi aiuti all’economia. A lanciare il pressing è stata nei giorni scorsi la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, annunciando l’intenzione dell’esecutivo di mettere in campo misure a sostegno dei genitori.

Bonetti: in caso di chiusure ripristino dei congedi
«Dal mio insediamento sono già a lavoro per poter ripristinare quegli strumenti necessari per sostenere le famiglie in qualsiasi caso le scuole vengano chiuse - ha ribadito la ministra Bonetti -. Stiamo studiando anche una misura ad hoc per i lavoratori professionisti, per le partite Iva, in modo da evitare un nuovo aggravio sul lavoro femminile».

Dal Pd a Fi: chiusura scuole è disagio anche per famiglie, vanno aiutate
Anche dalla maggioranza partono appelli per aiutare i genitori nei casi di chiusure delle scuole. «Scuole chiuse significa disagi per bambini e famiglie. Chiederemo che il governo sostenga immediatamente tutti i lavoratori con congedi parentali e aiuti economici», ha spiegato Licia Ronzulli, vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato. Sulla stessa lughezza d’onda Pd e Iv.



© RIPRODUZIONE RISERVATA