Personale della scuola

Il docente ha diritto alla “continuità didattica” sulle classi dove ha insegnato

di Pietro Alessio Palumbo

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Nell’assegnare i docenti alle cattedre, il dirigente scolastico ha il dovere di attenersi ai criteri stabiliti dal consiglio di circolo o d'istituto e soprattutto di valutare attentamente le esigenze e le proposte concrete dei docenti con riguardo alla garanzia della c.d. “continuità didattica” sulle classi in cui hanno insegnato nell'anno scolastico precedente. Rigettando la tesi del Ministero dell'Istruzione secondo cui l'interesse alla continuità didattica farebbe capo (tutelabile) ai soli alunni, la Corte di Cassazione, sentenza n. 11548 del 15 ...


Quotidiano della Scuola

Scuola24 è il nuovo sistema informativo multimediale riservato a Docenti e Dirigenti scolastici, personale delle Università, Enti di Ricerca ed Istituzioni.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?