Famiglie e studenti

L’Istruzione ricerca licei per favorire l’acquisizione di competenze in campo biologico

di Amedeo Di Filippo

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Il ministero dell'Istruzione ha pubblicato l'avviso destinato ad individuare i licei classici e scientifici in cui attuare il percorso di potenziamento-orientamento “Biologia con curvatura biomedica”.

Gli obiettivi
Selezionare licei classici e scientifici nei quali verrà attivato, a partire dall'anno scolastico 2020-2021, il percorso di potenziamento di “Biologia con curvatura biomedica”. È qui racchiusa la finalità dell'avviso appena pubblicato dall'Istruzione, diretto a favorire l'acquisizione di competenze in campo biologico e orientare le studentesse e gli studenti che nutrono un particolare interesse per la prosecuzione degli studi in ambito chimico-biologico e sanitario.

L'iniziativa scaturisce dal protocollo d'intesa sottoscritto il 21 marzo 2017 tra il ministero e la Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e odontoiatri, finalizzato ad estendere su scala nazionale il modello di potenziamento-orientamento ideato e sperimentato dal liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria e dal locale Ordine dei medici. Il percorso ha durata triennale, per un totale di 150 ore, a partire dal terzo anno ed è destinato ai licei classici e scientifici statali e paritari.

La procedura
Le domande di partecipazione potranno essere inoltrate dal 30 giugno al 20 luglio, esclusivamente mediante la compilazione da parte del dirigente scolastico del form on line presente nell'area dedicata sul sito del Ministero. Le istituzioni scolastiche selezionate sottoscriveranno col liceo capofila della rete e con l'Ordine provinciale dei medici una convenzione riguardante il coordinamento progettuale e organizzativo, la condivisione di materiali didattici, la raccolta di dati per il monitoraggio e per i report periodici.
Ai fini della presentazione delle domande, i dirigenti scolastici devono, a pena di esclusione: acquisire la delibera del collegio dei docenti e del consiglio d'istituto; garantire la disponibilità di uno o più docenti di Scienze a partecipare, in qualità di referente di istituto, alle attività didattiche, di gestione e di monitoraggio; garantire la disponibilità dei docenti a prestare docenza nell'ambito del percorso; garantire la disponibilità di laboratori e aule dotate di accesso alla rete internet e di LIM e/o computer con videoproiettore; dichiarare la disponibilità a organizzare, di concerto con l'ordine provinciale dei medici, le attività degli studenti presso le strutture sanitarie, ospedaliere, universitarie pubbliche o private, formalizzandole come percorsi di alternanza scuola-lavoro e provvedendo ai necessari supporti logistici; dichiarare l'impegno a inserire il progetto formativo nel Ptof.
Il controllo verrà effettuato dalla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, tramite richiesta di informazioni e/o visite in loco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA