Famiglie e studenti

Veneto, 630 studenti in partenza per l’estero con «Move in alternanza». Dalla Regione due milioni di euro

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Irlanda, Gran Bretagna, California, Francia, Portogallo, Grecia: sono le diverse destinazioni dei 630 studenti di 32 scuole superiori del Veneto protagonisti dell'iniziativa regionale “Move all'estero”, confluiti ieri in Fiera a Vicenza per “Focus Paese”. In Sala Palladio centinaia di studenti hanno animato l'evento di presentazione dei paesi-meta e dei percorsi di alternanza scuola-lavoro all'estero che andranno a vivere o che hanno appena vissuto.

La Regione Veneto torna a proporre anche quest'anno il programma ‘Move in alternanza'. Lo scorso anno vi hanno partecipato in 900. Con il nuovo bando 2019-2020 sono 630 i ragazzi di terza, quarta e quinta superiore o del terzo anno delle scuola di formazione professionale che vivranno tre settimane di soggiorno e tirocinio all'estero, con attività di alternanza tra scuola e lavoro in azienda.

«Il Veneto crede nell'alternanza scuola-lavoro da sempre – ha sottolineato l'assessore regionale all'istruzione e formazione aprendo la giornata di incontro - e ha voluto estendere questa esperienza anche all'estero, investendo ben 6,5 milioni di euro: 1,5 con il bando 2016 , 3 con il bando 2018-2019 e ora 2 milioni per il biennio 2019-2020, a valere sui fondi comunitari Fse 2014-20. Tirocini all'estero, esperienze di studio e attività innovative in altri paesi potenziano le conoscenze linguistiche e la capacità di relazione degli studenti. I risultati in termini di orientamento, successo scolastico e interesse da parte delle aziende,in particolare quelle più internazionalizzate ci confermano la validità di un progetto formativo preso ad esempio anche da altre realtà europee».


© RIPRODUZIONE RISERVATA