Famiglie e studenti

Terremoto, dal Tar stop alla revoca del finanziamento a due scuole di Spoleto

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

È sospesa l'ordinanza con la quale il 6 giugno 2019 il Commissario straordinario del governo per la ricostruzione nei territori del centro Italia colpiti dal terremoto del 24 agosto 2016, ha revocato il finanziamento precedentemente concesso in favore del Comune di Spoleto per la
ricostruzione post-sisma della scuola media “Dante Alighieri” e della scuola materna “Prato Fiorito”, e per la costruzione del complesso scolastico “San Paolo”. L'ha deciso il Tar del Lazio con un'ordinanza con la quale ha accolto le richieste del Comune umbro; già fissata il 20 ottobre prossimo l'udienza per la trattazione di merito del ricorso.

Partendo da fatto che il ricorrente censurava la carenza di motivazione e il difetto istruttorio della decisione del Commissario riguardo all'esclusione del Comune dal beneficio del
finanziamento precedentemente accordato, il Tar ha considerato che nell'ottobre scorso era stata disposta l'acquisizione dall'Amministrazione resistente di approfonditi e documentati
chiarimenti sulla vicenda in contestazione e che «l'Amministrazione resistente non ha ottemperato al disposto ordine istruttorio, reiterato, senza fornire idonee giustificazioni sul ritardo nell'adempimento».

Ragioni queste per ritenere sussistenti «i presupposti per accordare la chiesta misura cautelare in relazione ai vizi denunciati sul difetto di motivazione e dei presupposti», tenuto
conto anche della natura del provvedimento impugnato, recante modifiche a una precedente ordinanza «che aveva accordato il finanziamento, nonché del contegno silente dell'amministrazione a seguito dell'ordine istruttorio di questo Tribunale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA