Famiglie e studenti

Scuola e lavoro più vicini grazie al progetto di orientamento e formazione del Gruppo AQR

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

C'è un divario tra domanda e offerta di posti di lavoro nel nostro Paese tanto che nel 2018 le imprese hanno registrato difficoltà di reperimento per più di un milione di persone, pari al 26,3% delle assunzioni previste, a causa della scarsità dei candidati ma anche per la loro inadeguatezza rispetto alle mansioni da svolgere. L'allarme carenza di manodopera riguarda anche i giovani under 30: nel 2018 le imprese non hanno potuto assumere più di 300 mila ragazzi, pari al 27,8% del fabbisogno. A delineare il quadro è Confartigianato in un rapporto presentato a novembre 2019.

Alla luce di questi dati poco rassicuranti, il Gruppo AQR, customer interaction company, lancia, a partire da febbraio, su tutto il territorio nazionale le iniziative “AQR per la scuola” e “YoungenFactory”, rivolte agli studenti dell'ultimo anno e ai neo diplomati delle scuole superiori che hanno aderito, che nascono con l'obiettivo di supportare la filiera scuola-formazione-lavoro.

Il progetto nella sua totalità vuole avvicinare i mondi della scuola e delle imprese per costruire relazioni forti e durature, partendo dalla conoscenza reciproca: la scuola imparerà a conoscere maggiormente il mondo delle imprese nei numeri e nell'impatto che ha nello sviluppo economico, e viceversa le imprese si avvicineranno alla scuola rispetto ai diversi indirizzi, alle attività e alle specificità presenti nel sistema educativo. Inoltre, il progetto ha l'obiettivo di favorire la comprensione e la consapevolezza delle competenze richieste ai giovani dal mondo del lavoro e mettere in relazione studenti, insegnanti, famiglie e aziende per favorire le scelte dei percorsi formativi e lavorativi dei giovani.

“AQR per la scuola” prevede una giornata di incontro presso gli istituti superiori vicini alle sedi del gruppo. Attraverso la partecipazione di manager dell'azienda, esperti del mercato del lavoro ed istituzioni locali, si aprirà un confronto con gli studenti iscritti all'ultimo anno scolastico sull'approccio delle imprese alla selezione, sulle modalità di redazione dei curricula e delle lettere di presentazione, sui canali di ricerca lavoro utilizzati e sulle modalità di gestione del colloquio. Gli incontri si completeranno con la visita presso le aree operative e formative delle sedi del Gruppo AQR, le informazioni sugli strumenti tecnologici e la proiezione del video “Ostaggi”, il primo video partecipativo nato dalla collaborazione tra Gruppo AQR e l'associazione Liberi Svincoli con l'intento di realizzare cinema, teatro ed eventi a tema sociale e di impegno civile.

“YoungenFactory” consiste, invece, in un percorso di training & job orientato a accompagnare i neo diplomati verso l'acquisizione di conoscenze e lo sviluppo di capacità personali funzionali per l'avvio di una carriera professionale in diversi ambiti aziendali. I ragazzi saranno inseriti per tre mesi e per un totale di ottanta ore in staff operanti su attività di customer service e customer care: venti ore di formazione d'aula e sessanta di training on the job, curate da docenti con competenze manageriali e specialistiche.

E' prevista, inoltre, la sottoscrizione di un contratto di lavoro con corrispondente contribuzione previdenziale e compensi tarati sulle ore di formazione e training seguite. Al termine, i partecipanti prenderanno parte a un assessment center di valutazione del potenziale (test, prove di gruppo e colloqui individuali) i cui riscontri, uniti alla valutazione del percorso di training on the job, potranno determinare proposte di inserimento nei diversi ambiti di attività del gruppo e delle società partner. I ragazzi riceveranno un attestato di partecipazione con dichiarazione delle competenze acquisite e la consegna avverrà nell'ambito di una cerimonia con la partecipazione della direzione del Gruppo AQR, di autorità e istituzioni locali, manager, associazioni professionali ed imprenditoriali e imprese partner di AQR.

Dice Francesco Esposito, amministratore delegato di AQR: «La nostra è una sfida culturale che vogliamo intraprendere per diventare una realtà formativa in grado di trasmettere ai giovani le capacità e il know how richiesti dal mondo del lavoro. Valutando ogni giorno numerosi profili junior, AQR ha acquisito una profonda competenza nell'identificare le skills che maggiormente attraggono il mercato del lavoro: su tutte l'apertura all'apprendimento e al cambiamento continuo. Con questi due progetti intendiamo prima di tutto orientare i giovani studenti e poi coinvolgerli in modo concreto e mirato, costruendo e affidando loro compiti definiti in un progetto in partnership tra scuola e impresa, dove possano mettere in campo iniziativa, creatività, potenzialità, competenze e risorse personali».

L'iniziativa partirà dagli istituti superiori di Caserta, Cosenza e Trapani, per poi interessare diverse realtà scolastiche sul territorio nazionale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA