Famiglie e studenti

In Alto Adige progetto per migliorare la qualità dell’aria a scuola

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24

La scarsa qualità dell'aria nelle scuole rende gli studenti più stanchi e fa abbassare il loro
livello di attenzione. Il progetto Italia-Svizzera Qaes vuole contrastare questa tendenza, coinvolgendo le imprese altoatesine nella ricerca di soluzioni per migliorare la qualità dell'aria nelle scuole, senza grandi interventi edilizi. Nell'arco di due anni le aziende interessate potranno sviluppare soluzioni all'interno delle scuole pilota in Alto Adige e Ticino, in collaborazione con i dieci partner di progetto.

Le ricerche hanno dimostrato che la capacità di apprendimento degli studenti dipende fortemente dalla qualità dell'aria nelle classi. Nelle aule scolastiche però, il livello di polveri
sottili e CO2 è spesso troppo elevato, mentre la concentrazione di ossigeno tende a diminuire. Questo causa sintomi come mal di testa, riduzione dell'attenzione e stanchezza. Il progetto riunisce imprese di diversi settori per sviluppare soluzioni che contrastino questa problematica, insieme ai partner di progetto Idm, Eura Research, il Laboratorio analisi aria e radioprotezione della Provincia autonoma di Bolzano, Agenzia casa clima, il Comune di Bolzano e altri cinque partner svizzeri.

A partire da gennaio, per due anni, le aziende lavoreranno all'interno di sei scuole a Bolzano, Bressanone e Andriano, che per la loro particolare situazione sono state considerate i progetti pilota più adatti. Ogni edificio presenta delle problematiche specifiche che le imprese dovranno affrontare. Verrà quindi sviluppato un ventaglio di soluzioni per le varie
situazioni di partenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA