Famiglie e studenti

E per la scuola più fondi a infanzia ed edilizia scolastica

di Cl. T.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Nella manovra spuntano una serie di emendamenti, approvati in commissione Bilancio di palazzo Madama, anche sulla scuola. Ecco quali.

Infanzia
Si parte dalla scuola dell’infanzia. Vengono destinati 16 milioni all’organico del potenziamento: una misura voluta per dare piena attuazione a un nodo incompiuto della legge 107 del 2015 e per ampliare l’offerta formativa già da questo primo segmento scolastico. E alle scuole dell’infanzia paritarie che accolgono bambini con disabilità vengono destinati 12,5 milioni di euro.

Edilizia scolastica
Risorse anche per l’edilizia scolastica destinata agli asili nido e alle scuole dell’infanzia: viene infatti istituito un fondo di 100 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2021 al 2023 e di 200 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2024 al 2034 per il finanziamento degli interventi relativi a opere pubbliche di messa in sicurezza, ristrutturazione, riqualificazione o costruzione di edifici di proprietà dei comuni destinati ad asili nido e scuole dell’infanzia. Il Miur, di concerto con la palazzo Chigi ed altri dicasteri, valuterà i progetti dei Comuni e procederà al riparto dei fondi. Vengono, poi, semplificate le procedure per la gestione dei fondi, in modo da velocizzare gli stanziamenti e gli interventi. Viene dato il via libera alla realizzazione di un Miur a impatto zero grazie a un piano nazionale di interventi di efficientamento energetico nelle scuole. A esserne interessati gli istituti che soddisfano già i requisiti di sicurezza strutturale. Il piano sarà realizzato in collaborazione con la Banca europea degli investimenti, gli enti locali selezionati potranno intervenire sugli edifici per migliorare ed efficientare le prestazioni energetiche delle scuole, risparmiando anche notevolmente sulle spese di gestione. E per completare la realizzazione delle scuole innovative, previste dalla legge 107 del 2015, e assicurare un finanziamento completo a quei progetti che avevano potuto godere di uno stanziamento parziale, vengono messi a disposizione i fondi non utilizzati e le economie di questo filone di investimento.

Studenti disabili
Per quanto riguarda, poi, gli studenti con disabilità, vengono consolidati in organico di diritto, inoltre, mille posti sul sostegno, che in genere vengono assegnati ogni anno in deroga. Questa misura consentirà di garantire una maggiore continuità agli alunni e alle famiglie e di dare opportunità di immissione in ruolo per gli specializzati del Tfa sul sostegno.

Comandi
E ancora: vengono prorogati i comandi dei docenti e dei dirigenti scolastici in servizio negli enti che operano nel campo delle tossicodipendenze. E viene incrementato il fondo per la formazione dei docenti di 12 milioni di euro per l’anno 2020 e di 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022 per potenziare la qualificazione degli insegnanti su inclusione, contrasto al bullismo e al cyberbullismo. Mentre per promuovere la partecipazione dei giovani allo sviluppo sociale, economico e culturale del Paese, viene finanziato con 200mila euro per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022 il fondo per il Consiglio Nazionale dei Giovani.

Afam
Nuove risorse anche per le Istituzioni dell’Alta formazione artistica musicale e coreutica (Afam): aumenta di 10 milioni dal 2020 il fondo per il funzionamento e per le attività didattiche e viene stanziato un milione e mezzo per iniziative che favoriscano l'inclusione di studenti con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA