Famiglie e studenti

Scuole italiane all’estero, manca un docente su tre

di Redazione Scuola

Su 764 unità di contingente estero, al momento sono assenti oltre 170 docenti, uno su tre aspetta la nomina. «Dopo due mesi, due ministeri, Miur e Maeci, non sono stati in grado di mandare nessun docente».

L’affondo della Uil Scuola
A renderlo noto è Pino Turi, leader della Uil Scuola. «È ormai chiaro a tutti il totale fallimento delle procedure concorsuali avviate dal Miur relative alla selezione del personale dirigente scolastico, docente e Ata di ruolo da destinare alle scuole italiane all’estero. Una modifica che ha trasformato l’istituto dell’insegnamento all’estero in un vero “reclutamento” introdotto, impropriamente, dalla Legge 107. Alla mistica dei concorsi che dovrebbero garantire equità e merito, si sono aggiunti gli effetti negativi del “sinergico coordinamento” tra Miur e Maeci che hanno prodotto un “mostro” di cavilli procedurali e burocratici con il risultato che a due mesi dall'inizio delle lezioni le scuole all’estero sono ancora prive del personale e rischiano la chiusura”, sottolinea il segretario generale della Uil Scuola.

Per la prima volta dall’istituzione delle scuole italiane all’estero si rischia la chiusura di scuole che rappresentano l’immagine migliore dell’Italia all’estero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA