Famiglie e studenti

Al via dal 9 ottobre «Didacta», la scuola guarda al futuro

di Redazione Scuola

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Dedicata quest'anno a Leonardo da Vinci, si apre il 9 ottobre a Firenze a terza edizione di Fiera Didacta Italia, l'appuntamento fieristico dedicato alla scuola rivolto a docenti, dirigenti scolastici, educatori, formatori, professionisti e imprenditori del settore scuola e tecnologia.

La manifestazione è stata presentata ieri a Roma al Miur dal ministro Lorenzo Fioramonti, da Cristina Grieco, assessora all'Istruzione e formazione della Regione Toscana, da Sara Funaro, assessora all'Università e ricerca del Comune di Firenze, Giovanni Biondi, presidente di Indire, e da Wassilios E. Fthenakis, presidente onorario di Didacta International.

Sono 180 gli eventi previsti e più di 500 le ore di formazione per il personale. Dopo il successo dell'edizione 2018 (+23% dei biglietti venduti rispetto all'edizione precedente con oltre 23.000 partecipanti a seminari e eventi, più di 100.000 persone raggiunte sui social), Didacta Italia si conferma quale l'appuntamento annuale di riferimento in Italia per il lancio di nuove proposte per la scuola del futuro.

Nel 2019 la Fiera si distribuisce su 5 padiglioni con una superficie espositiva di oltre 31.000 mq., con più di 200 aziende partecipanti, a cui vanno ad aggiungersi le Sale dei Quartieri monumentali del fortilizio mediceo. Ad oggi più dell'80% degli eventi formativi è sold out.

L'evento, spin off di Didacta International, la più grande fiera sull'istruzione e la scuola
in Europa e fra le più importanti del mondo, fa parte quest'anno anche della Settimana tedesca in Italia, promossa e organizzata dall'ambasciata della Repubblica Federale di Germania con una serie di eventi, mostre, spettacoli e incontri che si svolgeranno dal 6 al 13 ottobre in tutto il Paese per avviare una riflessione sui rapporti tra Italia e Germania 30 anni dopo la Caduta del Muro di Berlino.

Questa edizione è organizzata da Firenze Fiera con il coordinamento scientifico di Indire, e con un comitato organizzatore composto anche da Miur, Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di commercio di Firenze, Unioncamere, Didacta International, Itkam e Destination Florence Convention & Visitors Bureau. Il Miur sarà presente con uno spazio espositivo di circa 500 metri quadri, più grande rispetto all'anno scorso.

Ampio spazio sarà dedicato non solo alle startup e all'innovazione, con il contributo dell'Università di Firenze, ma anche alla sostenibilità. Per la prima volta a Didacta Italia
verrà allestita un'area green nella quale si cercherà di rafforzare il rapporto fra il mondo della scuola e dei soggetti, tra cui le imprese, che già praticano processi di sostenibilità.

Novità assoluta è l'iniziativa “Scuola=Futuro: Ex machina. Spazi di apprendimento ed esperienze didattiche per la scuola delfuturo”. «L'innovazione sarà al centro del mio mandato. L'idea di una scuola che non resta indietro, una scuola che guarda avanti - ha detto
Fioramonti - Didacta offre una occasione importante per conoscersi, confrontarsi, misurarsi. Io credo nella formazione permanente. Gli insegnanti, nella propria formazione, devono mettere la stessa passione che chiedono ai loro studenti. La scuola cresce insieme».

«Siamo orgogliosi di ospitare Didacta per il terzo anno consecutivo a Firenze», ha sottolineato l'assessora all'educazione del Comune di Firenze, Sara Funaro. Per Wassilios E. Fthenakis, presidente onorario Didacta International, Didacta Italia «ha superato le nostre
aspettative: è un evento di grande qualità».


© RIPRODUZIONE RISERVATA